Cinema

Buone notizie: nasce Lynn, l'isola del cinema fatto dalle donne

La società di produzione Groenlandia, fondata da Matteo Rovere, uno dei registi più talentuosi del panorama italiano, inaugura una sezione dedicata esclusivamente al cinema diretto dalle donne

1 minuti di lettura
Maria Sole Tognazzi 
"Prende il nome da Lynn Ø, un'isola disabitata della Groenlandia, con l'intenzione opposta; creare uno spazio che non c'era, popolarlo e farlo crescere." Matteo Rovere, regista di successi come Veloce come il vento, Il Primo Re e Romolus, e fondatore della casa di produzione Groenlandia, spiega così la nascita di una nuova divisione, che prende il nome dell'isola, per promuovere e produrre progetti con registe donne. Lynn mette a disposizione l’esperienza produttiva e il suo know how per mettere le registe al centro dell’industria cinematografica, senza preclusione di tono o genere, portando avanti progetti di sviluppo diversificati che coinvolgano sia giovani autrici, consolidando la tradizione della casa di produzione fondata da Matteo Rovere, sia registe più affermate. 



“Sia che si tratti di action, dramma o commedia, Groenlandia ha da sempre l’ambizione di fare un cinema libero e creativo- spiega Matteo Rovere-,  all’insegna dell’inclusività e della sperimentazione linguistica. È necessario per questo impegnarsi in maniera concreta e specifica, supportando con tutta la struttura le registe e il loro punto di vista, per arricchire il sistema cinematografico. Il fatto che partner come Rai Cinema e Amazon Studios abbiano supportato da subito il progetto con passione aiuta il nostro percorso.

La linea di produzione, coordinata da Fabia Fleri e supervisionata da Alessia Polli e Eleonora Marangoni, è in continua evoluzione, ed inaugura il suo percorso con la produzione di due cortometraggi: Nato Ieri, diretto da Maria Sole Tognazzi, in collaborazione con Fondazione Telethon e prodotto con Rai Cinema e Capitan Didier, diretto da Margherita Ferri, in collaborazione con Emergency.

Sono iniziate a dicembre le riprese di due lungometraggi di Lynn: Blackout Love, opera prima di Francesca Marino interpretata da Anna Foglietta, prodotto con il supporto di Amazon Studios e Settembre, diretto da Giulia Steigerwalt e interpretato da Barbara Ronchi, Fabrizio Bentivoglio e Thony, prodotto con Rai Cinema. È inoltre in fase di sviluppo la serie animata YU di Marta Bencich.