I vescovi contro No Vax e No Green Pass: “Egoismo e distorta concezione dei diritti”

Il cardinale presidente della Cei Gualtiero Bassetti

Il messaggio della Cei nella Giornata per la Vita: «Queste manifestazioni una malintesa affermazione di libertà»

ROMA. La Cei condanna le manifestazioni no-vax e no-green pass. A fronte di tanta gente che si è dedicata al bene degli altri, «non sono mancate, tuttavia, manifestazioni di egoismo, indifferenza e irresponsabilità, caratterizzate spesso da una malintesa affermazione di libertà e da una distorta concezione dei diritti». In molti casi «tali comportamenti e discorsi hanno espresso una visione della persona umana e dei rapporti sociali assai lontana dal Vangelo e dallo spirito della Costituzione", affermano i vescovi nel Messaggio per la Giornata della Vita.

«Il vero diritto da rivendicare è quello che ogni vita, terminale o nascente, sia adeguatamente custodita. Mettere termine a un'esistenza non è mai una vittoria, né della libertà, né dell'umanità, né della democrazia: è quasi sempre il tragico esito di persone lasciate sole con i loro problemi e la loro disperazione». Lo dice la Cei nel Messaggio per per la Giornata della vita sottolineando che, come per le proteste dei no-vax, anche «il "diritto all'aborto” e la prospettiva di un referendum per depenalizzare l'omicidio del consenziente» nascono «da una malintesa affermazione di libertà e da una distorta concezione dei diritti».

Video del giorno

Covid, Figliuolo: "Arrivati al plateau della curva Omicron. Continuando così, ne usciamo"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi