Zingaretti: “Roma rispetti l’ordinanza sul ciclo dei rifiuti, altrimenti sarà commissariata”

Il Presidente della Regione Lazio: «Se entro il 1 maggio non c’è l'ottemperanza all'ordinanza si procede con i poteri sostitutivi»

No, non mi candidato a sindaco. Nicola Zingaretti lo ripete ormai da settimane.  E aggiunge che è «ora di finirla con il totonomi», poi a marine di un incontro Corviale, il complesso residenziale situato nella periferia sud-ovest della capitale, sgancia la bomba contro la sindaca di Roma Virginia Raggi: «Se entro il 1 maggio non c’è l'ottemperanza all'ordinanza si procede con i poteri sostitutivi e la nomina di un commissario per la gestione del ciclo dei rifiuti di Roma». Poi il governatire torna sulla questione relativa alle dimissioni del presidente del consiglio regionale Mauro Buschini: «La storia della Regione Lazio, anche dal punto di vista della trasparenza, è una bella storia. Io credo che il gesto di Mauro Buschini, la scelta della commissione trasparenza, sia la risposta giusta e corretta per fugare qualsiasi dubbio e lo ringrazio. Quindi io sono contento che lo abbia fatto come capo di un'assemblea per non lasciare dubbi - ha aggiunto -. E' un buon esempio».

Vellutata di asparagi al latte di cocco

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi