Il Cremlino: Kiev aggressiva, ostilità possibili nel Donbass

E i separatisti di Donetsk fanno sapere: non escludiamo di richiedere l'assistenza della Russia

MOSCA. Le ostilità in Ucraina sono ancora molto probabili, la retorica aggressiva di Kiev suggerisce un possibile scenario militare nel Donbass. Lo dice il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalla Tass.

Intanto, l'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk (DPR) non esclude di richiedere l'assistenza della Russia se inizieranno combattimenti in piena regola nel Donbass contro le truppe ucraine. Lo ha detto il capo della DPR Denis Pushilin. «Agiremo a seconda della situazione. Al di là di ogni dubbio, contiamo sulle nostre forze, ma considerando che l'Ucraina sta impegnando sempre più forze esterne - e lo vediamo chiaramente - non lo escludo», ha detto Pushilin. Le forze della DPR sono in stato di massima allerta, ha sottolineato.

Video del giorno

Covid, Figliuolo: "Arrivati al plateau della curva Omicron. Continuando così, ne usciamo"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi