Covid Omicron, 61 passeggeri dall’Africa positivi alla variante. A New York è stato di emergenza preventivo, record di vittime in Corea

In Germania calo dei contagi rispetto al record di oltre 76 mila casi raggiunto ieri, ma ci sono 303 morti

Sessantun persone arrivate ad Amsterdam, in Olanda, con due voli dal Sudafrica sono risultate positive al Covid e sono tate sottoposte a ulteriori test per vedere se si tratti di infezioni da variante Omicron. Si tratta di passeggeri arrivati all’aeroporto Schiphol con due due voli Klm. «I viaggiatori verranno inseriti in isolamento in hotel» hanno riferito le autorità sanitarie. Il governo olandese ha vietato tutti i viaggi aerei dal sud L’Africa venerdì presto. Il ministro della Sanità Hugo de Jonge ha deciso che i passeggeri già in viaggio verso i Paesi Bassi dovranno sottoporsi a test e quarantena all’arrivo.

Anche l'Iran ha deciso di vietare l'ingresso ai viaggiatori stranieri provenienti da Sudafrica, Botswana, Namibia, Zimbabwe, Lesotho ed Eswatini, dopo la scoperta della variante del Covid Omicron. Lo ha annunciato il capo del Centro per le malattie infettive del Ministero della Salute iraniano, Mohammadmehdi Gouya. «Gli iraniani che viaggiano da questi Paesi dovranno risultare negativi a due test», ha detto, sottolineando che «è vietato anche qualsiasi viaggio in questi Paesi». L'Iran ha registrato ieri un calo delle vittime, 86, e dei casi. I decessi totali nel Paese sono 129.462 e i contagi 6.102.056. Poco più della metà della popolazione, 46 su 83 milioni di abitanti, ha già ricevuto due dosi di vaccino contro il Covid.

Intanto è nuovo record di vittime e di pazienti in condizioni critiche in Corea del Sud. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 52 decessi, portando il totale a 3.492, stando a quanto riferito dall'agenzia di stampa coreana Yonhap. Per quanto riguarda i nuovi casi, ne sono stati segnalati 4 mila nelle ultime 24 ore, portando il bilancio totale a 436.968. Il numero è aumentato di 167 persone rispetto alle 3.901 di venerdì, ma è diminuito rispetto ai 4.115 di mercoledì, dato più alto da quando è stato segnalato il primo caso nel Paese, nel gennaio 2020. I pazienti critici hanno raggiunto il massimo storico di 634, 17 in più rispetto al giorno precedente. Il governo ha riferito che lunedì annuncerà restrizioni più severe per contenere la diffusione del virus.

In Germania il Robert Koch Institute segnala un calo dei contagi rispetto al record di oltre 76 mila casi raggiunto ieri: registrati altri 67.125 contagi da Covid e 303 morti.

Il Cdc statunitense, il centro per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha confermato che al momento negli Usa non ci sono casi di variante Omicron, come anticipato dal virologo consigliere della Casa Bianca, Anthony Fauci. «Nel caso dovesse comparire ci aspettiamo di identificarla rapidamente», si legge in una nota del Centro. Tuttavia la governatrice di New York, Kathy Hochul, ha già dichiarato lo stato di emergenza in vista dei potenziali picchi di Covid-19 dovuti alle variante Delta già in circolazione e alla variante Omicron recentemente identificata. La dichiarazione, che entrerà in vigore il 3 dicembre, consentirà allo Stato di rifornirsi di quanto necessario per combattere la pandemia, aumentare la capacità ospedaliera e combattere la potenziale carenza di personale. Inoltre, consente al Dipartimento della salute statale di limitare le procedure non essenziali e non urgenti negli ospedali. «Continuiamo a vedere segnali di pericolo di picchi questo inverno imminente e, sebbene la nuova variante di Omicron debba ancora essere rilevata nello Stato di New York, è in arrivo», ha detto la Hochul.

Mentre Stati Uniti ed Europa prendono quindi provvedimento contro la nuova variante del Covid, l'India ha registrato il più basso aumento di nuovi casi in 541 giorni. Nelle ultime 24 ore sono stati segnalati dal ministero della Salute «solo» 8.318 contagi: resta però altissimo il numero delle vittime, 465 in un giorno. I casi attivi sono al momento 0,311% del totale, la percentuale più bassa da marzo 2020, mentre il tasso di guarigione è del 98,34%, il più alto da marzo 2020, ha affermato il ministero della salute.

Video del giorno

Covid Watch, cosa sappiamo fino ad ora della quarta dose

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi