Ex Ilva, approvato il bilancio 2020 e nominato nuovo cda: Franco Bernabè presidente

Per Acciaierie d'Italia holding Spa utile netto di circa 4 milioni

Via libera al bilancio 2020 di Acciaierie d'Italia holding Spa con Franco Bernabè, ex amministratore delegato di Eni e Telecom, nuovo presidente della società siderurgica. Stasera il via libera dell'assemblea degli azionisti riunitasi in prima convocazione. E' stato approvato il bilancio 2020 della società con un utile netto pari a circa euro 4 milioni. Il patrimonio netto si attesta a euro 1.828 milioni e i debiti finanziari sono pari a zero. L'assemblea ha inoltre nominato il nuovo consiglio di amministrazione con mandato fino all'approvazione del bilancio dell'esercizio che si chiuderà il 31 dicembre 2022.

Le nomine

In quota ArcelorMittal sono stati nominati Lucia Morselli, Kristian Notebaert e Ondra Otradovec. In quota Invitalia sono stati invece nominati Franco Bernabè, Francesco Cao e Carlo Mapelli. L'assemblea ha poi nominato i membri del collegio sindacale che resterà in carica fino all'approvazione del bilancio dell'esercizio che si chiuderà il 31 dicembre 2023, nelle persone del presidente Franco Dalla Sega e dei sindaci effettivi Luigi Giancaspero e Roberto Spada. Il cda di Acciaierie d'Italia holding spa si è quindi riunito per procedere alla nomina del presidente, Franco Bernabè, e dell'amministratore delegato Lucia Morselli. Il cda ha altresi provveduto a costituire il Comitato Parti Correlate composto dai consiglieri Carlo Mapelli e Ondra Otradovec e presieduto da Franco Bernabè. I dati sono riferiti alla holding, ex Am Investco Italy, dove e' entrata lo scorso aprile Invitalia per conto dello Stato con un versamento di 400 milioni. Il partner pubblico detiene il 38 per cento del capitale e il 50 per cento dei diritti di voto.

Video del giorno

Agrigento, l'appello dal letto di ospedale di una no-vax pentita: "Ho sbagliato, vaccinatevi tutti"

Frittata con farina di ceci e zucchine

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi