A Piazza Affari brilla Leonardo

Corrono Azimut, St e Eni. Negative Tim e Pirelli

Piazza Affari si regala un’altra seduta positiva dopo quella eccellente della vigilia: l’indice Ftse Mib guadagna l’1,74% a 17.243 punti mentre l’All Share fa +1,48% a 18.675. La Borsa di Milano, dopo un avvio in rally, è stata in negativo per la maggior parte del pomeriggio, per poi recuperare la parità e risalire con uno sprint solo nel finale; decisamente meglio hanno fatto Parigi +4,47% e Londra +4,26%, sospinte anche dalla buona partenza di Wall Street; più modesta ma comunque positiva la chiusura di Francoforte (+1,34% ).

A Milano fra i titoli a maggior capitalizzazione si mettono in evidenza Leonardo (+11,28%) e Azimut (+9,34%): il gruppo del risparmio gestito beneficia della volontà espressa dai pattisti, che già ne detengono il 19,57%, di salire nell'azionariato. Ancora acquisti su StMicroelectronics (+5,71%), negative Telecom Italia Tim (-2,32%) e Pirelli (-3,82%). Nel comparto dell’energia spicca il rialzo di Eni (+4,16%), un titolo il cui crollo, nei giorni scorsi, è sembrato andare molto al di là della reazione logica al calo del prezzo del petrolio.

Fra le banche bene Intesa Sanpaolo (+2,06%), corre Mediobanca (+7,9%).

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi