A Milano l’8 e il 9 luglio arrivato gli Stati Generali della cannabis

Il consigliere comunale del Pd, Daniele Nahum, accende uno spinello davanti a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano

L’iniziativa è stata promossa dal consigliere del Pd Daniele Nahum

A Milano si terranno, l'8 e il 9 luglio, gli Stati Generali della Cannabis per chiedere la legalizzazione e una legge quadro da parte del governo. Lo ha annunciato in Consiglio comunale il consigliere comunale del Pd, Daniele Nahum, che nei mesi scorsi aveva acceso uno spinello davanti alla sede del Comune di Milano, in piazza Scala, per sostenere la legge in discussione in commissione giustizia della Camera sulla coltivazione domestica di cannabis.

«In quell'occasione dissi che andavano fatti gli Stati Generali della Cannabis, oggi sono qui ad annunciarli – ha spiegato Nahum –. Questo evento si rende ancora più necessario visti gli effetti devastanti delle politiche sulle droghe. Sono 16 mila i detenuti nelle nostre carceri per reati connessi alla cannabis, le mafie guadagnano 7 miliardi ogni anno grazie al proibizionismo, e noi vogliamo sottrargli questo guadagno e permettere che si sviluppi un sano comparto economico legale che farebbe bene al Paese e che creerebbe dei nuovi imprenditori e sarebbe anche un'ottima opportunità per la nostra agricoltura».

All'evento conclusivo degli Stati Generali parteciperà il vicesegretario del Pd, Peppe Provenzano, alla due giorni prenderanno parte inoltre Elio Vito, il deputato che da poco ha lasciato Forza Italia, Giulia Crivellini, tesoriera dei Radicali Italiani, Alessandro Zan, Mattia Santori, Matteo Orfini, Pierfrancesco Majorino, il giornalista Alessandro Cecchi Paone e i direttori delle carceri di Milano, San Vittore e Bollate.

Video del giorno

Vento e mareggiate, ecco cos'è successo alla spiaggia di Jesolo

Focaccia con filetti di tonno, cipolla rossa e olive

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi