Covid, ecco come funziona nei condomini: obbligo di mascherina in ascensore e per le scale

«E' fortemente raccomandato l'uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all'interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi»

La campagna vaccinale prosegue e l’obbligo di mascherina all’aperto non c’è più da mesi. Ma come bisogna comportarsi all’interno? Rimane l’obbligo nei locali al chiuso, ma in luoghi di passaggio come i condomini cambia qualcosa? Ecco le risposte. 

«E' fortemente raccomandato l'uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all'interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi» si legge nell’articolo 1 del Dpcm del 2 marzo 2021. Ma quando si esce da casa e per esempio si fanno le scale del proprio palazzo? Cosa è corretto fare?

La risposta è chiara: rimane l'obbligo di indossare la mascherina in tutti i luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private, a meno che, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantito in modo continuativo l'isolamento da persone non conviventi. 

Chi quindi può non tenerla è solamente il portiere, ma solo se rimane all’interno di una guardiola che può assicurare un adeguato distanziamento. Chi transita o è di passaggio nelle parti comuni – scale, ascesnore –  deve invece indossarla. Questo significa che all'interno del proprio condominio è consigliato indossare la mscherina.

A fronte di eventuali segnalazioni dei condòmini, l'amministratore, non disponendo di alcun potere sanzionatorio, può solo mettere avvisi o cartelli per ricordare le norme. 

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi