Giocano a “La Casa di carta” per strada e seminano il panico: intervengono i carabinieri

Giravano per le vie di Orbetello vestiti con tuta rossa e maschera di Salvador Dalì, come nella celebre serie tv. Quattro pattuglie li hanno raggiunti con indosso i giubbotti antiproiettile e i due minorenni sono scoppiati a piangere

Giocavano alla “Casa di Carta” travestiti con tuta rossa, maschera di Salvador Dalì e una mitraglietta (finta) alla mano. Volevano solo divertirsi, non pensando, però, che facendolo per strada, avrebbero spaventato i passanti. Protagonisti due ragazzini che venerdì scorso hanno seminato il panico nelle strade di Orbetello, travestiti come i personaggi della celebre serie tv spagnola distribuita da Netflix. hanno detto ai carabinieri. «era solo un gioco» hanno detto ai carabinieri che li hanno fermati. La notizia è stata raccontata nelle pagine grossetane de Il Tirreno.

I due ragazzini intorno alle 13 di venerdì hanno indossato le tute di Tokyo e Berlino, messo sul viso la famosa maschera, e se ne sono andati in giro per la città toscana, spaventando tutti quelli che incontravano. Ma il «gioco» ha spaventato le persone che hanno cominciato a chiamare la stazione dei carabinieri: a quel punto quattro pattuglie si sono precipitate in strada trovando i due adolescenti vestiti di tutto punto. Alla vista di quel dispiego di forze, i due ragazzini, non capendo cosa stesse accadendo, si sono bloccati, atterriti, poi hanno subito tolto le maschere, rivelando la loro età e in mezzo alle lacrime, si sono scusati dicendo che volevano soltanto giocare e divertirsi.

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi