Coronavirus, Fontana firma l’ordinanza: coprifuoco dalle 23 alle 5 e didattica a distanza per le Superiori

Didattica a distanza. Questo prevede per le scuole superiori l’ordinanza firmata dal governatore Lombardo Attilio Fontana. «Le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado devono realizzare le proprie attività – si legge –  in modo da assicurare il pieno svolgimento mediante la didattica digitale integrata (DDI) delle lezioni, qualora siano già nelle condizioni di effettuarla e fatti salvi eventuali bisogni educativi speciali. Agli altri istituti è raccomandato di realizzare le condizioni tecnico-organizzative nel piu' breve tempo possibile, per lo svolgimento della DDI". E’ naturalmente la stessa ordinanza – concertata con il governo e i sindaci – con al quale si dispone il coprifuoco dalle 23 alle 5 «allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19».  

Anche il sindaco di Milano Giuseppe Sala lancia l’allarme: «In Lombardia c'è un'impennata di contagi, ricoveri e terapie intensive e questo prezzo non può essere pagato da Milano. Quando il virus si scatena in una grande città ha un effetto dirompente» aveva detto il primo cittadino. Sala è intervenuto sull'emergenza coronavirus e visto che le città «sono a rischio di focolaio», invita gli over 65, quelli più a rischio in caso di positività al Covid, «a stare a casa», così come sottolinea come in vista del coprifuoco che penalizzerà alcune categorie, come ristoratori e baristi.

Sala:"Il 'coprifuoco' non è una follia, se i contagi cresceranno a Milano avremo un problema enorme e ci sarà un effetto dirompente"

«Mi sto sgolando con il governo perché questa fascia sia tutelata». Nel lungo messaggio postato sul suo profilo Facebook, Sala conclude: «Io sono verso la fine del mio mandato, l'idea del consenso, del futuro conta zero, per me conta solo la protezione dei miei cittadini e io farò quello che devo fare perché Milano sia protetta, questo è lo spirito che mi sta guidando e mi guiderà».

Coronavirus, ecco come un bar può trasformarsi in un focolaio

E ieri Matteo Salvini al termine del vertice con gli altri esponenti del centrodestra aveva alzato i toni in riferimento ad un possibile coprifuoco, poi firmato pochi minuti fa da Fontana: «Le misure in Lombardia? Ho una riunione adesso con gli assessori, i consiglieri e il governatore Fontana per capire. Perché a me piace capire le cose». Intanto questa mattina la Regione ha fatto sapere di aver lavorato fino a tarda sera, ieri, con il ministro della Salute, Roberto Speranza, per la parte di competenza ministeriale. E’ emerso che l’intenzione fosse quella di chiudere ieri sera. Decisione poi rinviata ad oggi perché era necessario il parere di tutti i sindaci dei Comuni capoluogo e dell'Anci.

Coronavirus: i contagi in Italia e quali sono le regioni da tenere sotto controllo

In aggiornamento

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi