In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Black Friday: ecco il decalogo anti-truffa

Secondo gli esperti è il giorno in cui più si consumano acquisti di articoli vecchi, fuori produzione a sconti solo virtuali

Aggiornato alle 2 minuti di lettura

Creato da

Ed eccoci arrivati al sospirato Black Friday d’importazione americana. La massima da ricordare è la seguente: attenzione, il «venerdì nero» non serve a farti risparmiare, ma a spendere di più. Nel giorno degli acquisti superscontati dunque (che è ormai diventata diventata una consuetudine anche italiana mutuata all’inizio solo dai negozi on line – Amazon in primis) non tutto è oro quello che luccica di sconti.

Oggi sono tutti pronti online a cliccare sull’offerta migliore da portare in carrello. Ma è sempre così vantaggioso acquistare durante la settimana del «venerdì nero» oppure dietro un allettante cartellino scontato si cela un oggetto datato o magari dal prezzo raddoppiato apposta e poi saldato ad hoc?

Ecco quindi alcuni validi consigli su come evitare truffe online e presso i negozi fisici.

L’acquisto nei negozi «veri»
Queste offerte devono essere considerate come veri e propri saldi di stagione e per poter evitare di esserne fregati, è importante fare caso a questi dettagli:

1) Controllare i prezzi prima e dopo l’applicazione degli sconti;

2) Accertarsi che la merce in saldo sia recente e non si tratti di scarti di magazzino;

3) Diffidare da sconti eccessivi;

4) Ricordarsi che anche con gli sconti si ha sempre il diritto di reso e la garanzia legale.

I saldi online

Per quanto concerne il Black Friday online, specialmente quello su Amazon, questo è il re del «venerdì nero» data la riduzione spazio-tempo e lo shopping a portata di «click». Ma fra offerte del giorno e fra quelle lampo e improvvise, è importante non farsi prendere in giro. Per gli acquisti su grandi e-commerce come Ebay o Amazon è utile usare apposite estensioni per i browser che servono a monitorare l’andamento dei prezzi: due esempi su tutti «Keepa» o «CamelCamelCamel».

Dopo aver installato questi piccoli software, non appena si nota un prodotto in vendita sui grandi e-commerce, è possibile visualizzare pure i prezzi dei giorni e delle settimane precedenti: così facendo si può valutare se il venditore nei giorni scorsi ha alzato il prezzo per far sembrare lo sconto più forte.

Come evitare le truffe
Quando si tratta di acquisti online, operando con una carta di credito, è facile cadere nelle truffe. Nel caso si facciano aqcuisti a rate è importante leggere molto bene l’informativa sui costi del finanziamento: anche quando un finanziamento compare a interessi zero, infatti, potrebbero esserci costi di istruttoria o di riscossione che andranno poi a incidere sulla rata mensile.

Il rischio truffa online è maggiore sui piccoli siti, poiché sulle grandi piattaforme come Amazon, Ebay o Zalando il consumatore è tutelato e quasi sempre rimborsato al 100%.

Per i piccoli siti meno conosciuti è più facile incorrere in rischi di clonazione delle carte di credito e/o debito: è buona abitudine procedere agli acquisti solo con carte prepagate: in questo modo, concluso l’acquisto, non ci sarà altro sulla carta e qualora venisse clonata, quindi, non ci sarà nulla da sottrarre.

I commenti dei lettori