In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Condannati per apologia di fascismo otto militanti a Milano: fecero il saluto romano durante la commemorazione di Sergio Ramelli

La Corte d’Appello di Milano ha fissato la pena a 2 mesi di reclusione e 200 euro di multa per gli estremisti di destra perfatti risalenti al 2016

Monica Serra
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

(ansa)

Tutti condannati per i saluti romani nel corso di diverse commemorazioni che risalgono al 2016. La Corte d’Appello di Milano ha infatti ribaltato la sentenza di assoluzione di primo grado e ha condannato otto esponenti di estrema destra a due mesi di reclusione e a 200 euro di multa a testa con l’accusa di manifestazione fascista, ossia per aver violato la legge Mancino con i saluti romani alle commemorazioni dello studente Sergio Ramelli e dell’avvocato Enrico Pedenovi, uccisi negli anni Settanta, e di Carlo Borsani militare e stretto collaboratore di Mussolini ucciso nell’aprile del 1945.

I giudici della quarta sezione penale della Corte hanno accolto il ricorso presentato dall’ex pm milanese, ora procuratore di Sondrio, Piero Basilone che aveva chiesto al Tribunale condanne fino a 5 mesi.

Tra gli imputati ci sono Stefano del Miglio, uno degli ex leader di Lealtà e Azione e Duilio Canu, oggi presidente del Movimento Nazionale – La Rete dei Patrioti.

Le motivazioni saranno depositate nel giro di 90 giorni. Le difese hanno già annunciato ricorso per Cassazione.

I commenti dei lettori