In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Positivo al Covid il patriarca russo Kirill

Il capo della Chiesa ortodossa a Mosca manifesta «gravi sintomi» e ha dovuto annullare i prossimi appuntamenti in pubblico

Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

(ap)

Il patriarca Kirill, capo della Chiesa ortodossa russa, è risultato positivo al Covid-19. Per lui è previsto un periodo di riposo e isolamento, come riporta Ria Novosti. «Nei prossimi giorni, tutti gli incontri e i viaggi programmati di Sua Santità il Patriarca Kirill saranno cancellati a causa della positività al Covid che comporta la necessità di riposo a letto e isolamento», cita il testo del messaggio del sito web del Patriarcato. 

L’uomo, 75 anni di età, ha manifestato sintomi gravi della malattia, motivo per cui, afferma il Cremlino, non parteciperà alla cerimonia di questo pomeriggio per la firma degli accordi di adesione alla Federazione russa delle quattro regioni ucraine occupate. Per partecipare all’evento a cui sarà presente Putin, si ricorda, è necessario superare tre test anticovid.

Nei giorni scorsi il patriarca aveva parlato pubblicamente del conflitto in Ucraina e della mobilitazione parziale nell’esercito russo, affermando: «Ricorda che se muori per il tuo Paese, sarai con Dio nel suo regno, gloria e vita eterna».

I commenti dei lettori