In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Lombardia, ultimatum di Fontana a Moratti: “Se sarà in un’altra squadra non sarà mia vice”. Faccia a faccia in serata

Duro scontro tra il presidente della Regione la sua vice. Oggi atteso un incontro chiarificatore

simona buscaglia
Aggiornato alle 1 minuto di lettura

Creato da

(ansa)

Mancano poche ore alla resa dei conti tra il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e la sua vice Letizia Moratti. È proprio il governatore lombardo ad annunciare questa mattina che incontrerà in serata nel suo ufficio l’attuale assessora al welfare regionale, dopo gli stracci volati ieri, quando l’ex sindaca di Milano aveva spiegato di aver accettato l’incarico in giunta durante la pandemia con la promessa di un passaggio di testimone che invece sarebbe stato disatteso. La rottura definitiva era arrivata poco dopo con la pronta replica di Fontana che aveva precisato «non ho mai promesso a nessuno un passaggio di testimone alla fine del mio mandato, è una prerogativa dei partiti, allora come oggi». Moratti sembra sempre più lontana da quel Centrodestra in Regione Lombardia al quale aveva dato la sua disponibilità a correre alle prossime regionali del 2023. L’affondo finale alle parole di ieri di Moratti era stato affidato al coordinatore lombardo della Lega Fabrizio Cecchetti: «Se qualcuno ha cambiato idea o squadra si faccia da parte».

E su questo punto torna proprio Fontana questa mattina, ribadendo il suo ultimatum, rispondendo a chi gli chiede se la vicepresidenza della Moratti sia o meno in bilico: «Se vuol partecipare a un’avventura diversa dalla nostra non potrà più amministrare al nostro fianco, questo mi sembra evidente». Per il governatore lombardo, Moratti dovrà chiarire se sarà o meno sua avversaria alle prossime elezioni regionali, proprio con la lista civica che la stessa vicepresidente ha detto di aver costruito in questi ultimi mesi: «Non possiamo andare avanti con questa strana situazione bisogna dare una svolta - conclude Fontana - che si capisca se vuole fare parte della nostra squadra o no».

I commenti dei lettori