Dai pop corn alla separazione (poco) consensuale