Un anno a tavola con Peppe Guida: la pasta alla Devozione

Un anno a tavola con Peppe Guida: la pasta alla Devozione
La ricetta simbolo dello chef campano, spiegata passo dopo passo. Un inno alla pasta, al pomodoro e al Mediterraneo
1 minuti di lettura

All’ingrediente simbolo della cucina italiana Peppe Guida (chef del ristorante stellato Antica Osteria Nonna Rosa e di Villa Rosa-La Casa di Lella, a Vico Equense) ha deciso di dedicare le ricette di novembre. Del resto non c’è giorno in cui non servire la pasta, purchè sia condita con ingredienti rigorosamente di stagione. E per celebrare l’icona della gastronomia tricolore lo chef ha scelto di iniziare dal suo piatto simbolo, “la devozione”.

 

La ricetta

 

Ingredienti per 4 persone:
320g di spaghetti del Pastificio Di Martino
600g di passata di pomodoro della selezione Peppe Guida
1 spicchio di aglio
Basilico fresco q.b.
Olio extravergine di oliva q.b.
Sale q.b.

 

Procedimento:
In una pentola dai bordi alti mettere a bollire abbondante acqua e salare leggermente. Mettere a cuocere gli spaghetti. Nel frattempo in una padella larga e capiente mettere un poco di olio extravergine di oliva e a fuoco basso aggiungere lo spicchio di aglio e la passata di pomodoro. Far cuocere il sugo per pochi minuti, il sapore deve rimanere fresco e puro. Quando sarà passata metà tempo di cottura della pasta, scolare gli spaghetti nella passata.

 

La pasta risulterà ovviamente ancora cruda, quindi toccare il meno possibile gli spaghetti per evitare di spezzarli. Se occorrre, aggiungere un pochino di acqua di cottura. Solo quando la pasta  inizierà a a piegarsi, mescolare delicatamente e portare a cottura, come fosse un risotto, aggiungendo acqua calda, se necessario. Regolare di sale e mantecare fuori dal fuoco con un filo di olio extravergine a crudo e foglioline di basilico spezzettato.