Ecco perché il ritorno dei Palicao è un tuffo nella felicità

I Palicao tornano sul mercato
I Palicao tornano sul mercato 
Dopo 25 anni di assenza dal mercato, il 6 settembre è la data che in moltissimi attendevano: il biscotto della Mulino Bianco potrà essere acquistato in confezione speciale
2 minuti di lettura

“Uniamoci nella lotta per il ritorno dei palicao”. Scriveva su twitter Danilo Caglieri già nel giugno 2014

 

“La mia vita farebbe sicuramente meno schifo se i #Palicao fossero ancora in commercio”. Gli rispondeva @smironi

I Palicao mancavano sul mercato da 25 anni
I Palicao mancavano sul mercato da 25 anni 

Negli anni il rimpianto prodotto ha riempito i social network fin dal 2011 quando online partì un sondaggio-raccolta firme per chiedere il loro ritorno. Con numerosi appelli al Mulino Bianco. “Attimo di nostalgia: rivoglio i #palicao” supplicava Nadia Casiraghi e Luca Sironi ancora nel 2019 tentava di convincere l’azienda puntando sui sentimenti di solidarietà: “potreste migliorare l'umore della nazione reintroducendo i #palicao”. Alle preghiere si alternava ironicamente la rabbia: “Non vi perdonerò mai” assicurava un’utente con il nick di AnnabeLecter accusando l’azienda di crudeltà.

 

Se come si dice spesso gli italiani hanno poca memoria, è evidentemente che il giudizio vale per la politica, ma non per dolcetti e snack dell’infanzia, i cui jingle e claim delle pubblicità anni ’90 ancora risuonano nella mente di Xennials e Millennials.

Il nuovo packaging
Il nuovo packaging 

Difficile dimenticare che se “A colazione conoscevi solo metà del piacere del cacao” le cose potevano cambiare con Palicao, “l’unico al cacao che si scioglie subito nel latte”. Così sulle note di una musichetta dai richiami africani (a sottolineare la provenienza del cacao?)  scoprivamo che il nuovo piccolo biscotto, arrivato sul mercato nel 1995, svaniva dopo un tuffo nella tazza e che quindi era “Buono da bere e anche da sgranocchiare”.

L'accoppiata Palicao-cioccolata calda
L'accoppiata Palicao-cioccolata calda 

Passava lo spot in tv e già avevi voglia di una bella cioccolata calda densissima. A piacere dei Palicao infatti era la magia della sua trasformazione. Croccanti da masticare da soli uno dietro l’altro, complici le piccole dimensioni, diventavano ingrediente base per altre ricette. Ciò che ha conquistato i fan era la possibilità di creare altre specialità. In effetti molti bambini hanno fatto i primi esperimenti di cucina con i Palicao davanti ai fornelli: il latte poteva essere appena macchiato di cacao e conservare la sua liquidità, ma esperimenti attenti - e frequenti, ca va sans dire - rivelavano che più se ne aggiungeva e più la densità aumentava, bastava mescolare bene per non fare attaccare il composto sul fondo del pentolino, tenendo la fiamma bassissima. Spingendosi più in là con le proporzioni si poteva ottenere una crema al cioccolato molto consistente con cui farcire le brioche. Ma si potevano fare anche budini e il gelato, e poi i frappè e le mousse, seguendo i suggerimenti sulla confezione o la fantasia. La voce della pubblicità era veritiera: Palicao meraviglia di cacao. Tutto merito della lista ingredienti, in testa ai quali svetta(va) l’amido. 

Nei piani del Mulino più famoso d’Italia – spiegano dall’azienda – c’era la volontà di spingere la propria presenza in settori prima inesplorati, come quello degli integratori del latte, da arricchire appunto con un biscotto così solubile che Plasmon scansati. Ma sugli scaffali del supermercato la magia è durata ben poco: in commercio dal 1995 sono poi spariti due anni dopo lasciando un vuoto nel cuore e nello stomaco del pubblico, sedotto e abbandonato. 

La confezione speciale con la tazza di vetro
La confezione speciale con la tazza di vetro 

Ma ora Mulino Bianco Barilla ha annunciato il ritorno: dopo le nozze d’argento della tristezza (ben 25 anni di assenza dal mercato) il 6 settembre è la data che in moltissimi attendevano.  Il biscotto potrà essere acquistato in confezione speciale con tanto di tazza di vetro su cui si legge “Ad alto contenuto di felicità”.

 

E però c’è un però. Non lo troveremo al supermercato ma solo nello shop online, nella sezione “Dedicato a te” (dove si possono anche scegliere packaging personalizzati) in edizione limitata. Starà dunque ai consumatori convincere di nuovo Barilla a “uscire i Palicao”, ricordando che la vita può essere amara anche per un biscotto.