A tavola la tradizione piemontese nel cuore del Monferrato

La terrazza del Cannon d'Oro con vista sul Monferrato
La terrazza del Cannon d'Oro con vista sul Monferrato 
Il Cannon d'Oro dal 1876 è un emozionante viaggio nell'arte della cucina incastonato nel suggestivo borgo di Cocconato d'Asti   
2 minuti di lettura

Certo, la fama maggiore c’è l’ha quello bianco (tutto profumo e poco sapore) ad impreziosire carne cruda battuta a mano o tagliolini, ma quello nero dove lo mettiamo? Quel fratellino “minore” (?!), poco profumo ma tanto gusto, che da secoli arricchisce le grandi cucine, le grandi ricette (mentre il bianco, fino ad 80 anni fa era solo “sconosciuta patata puzzolente” dell’autoconsumo contadino !!?). Oltre tutto, nelle sue varietà, il tartufo nero lo trovate molti più mesi all’anno, pronto ad impreziosire terrine tortini souflè e piatti. 

 

Se il 20 % del tartufo bianco è” di Alba”, l’80 % è del resto dell’Italia, Monferrato in primis. Che poi, tra Alessandria ed Asti, ne offre parecchio ma l’Astigiano, in più, ha quello nero pronto per mille leccornie..

Ecco allora "OroMonferrato", che da leccornìa della cucina diventa progetto gastronomico per un’ulteriore scoperta di uno dei territori della gola. L’idea è venuta a Fabio Carosso, ex sindaco di un piccolo comune agricolo monferrino che, oggi, è vice presidente della Regione Piemonte. Pian piano ha messo insieme una cinquantina di comuni, ha avuto la collaborazione giornalistica de ilgusto.it e l’OroMonferrato, il tartufo nero, è sugli scudi.

I tajarin con funghi
I tajarin con funghi 

Sulla A4, la Torino-Milano, uscite dal casello di Chivasso e prendete verso sud, verso Alba. Il dolce paesaggio collinare è scandito da girasoli, granoturco, filari di viti, noccioli…ed è qui che comincia il progetto di valorizzazione del più famoso dei funghi (per l’amor del cielo, non chiamate tubero il tartufo! Tubero è la patata, non il tartufo).

Il fritto misto piemontese
Il fritto misto piemontese 

Cocconato d’Asti è un piccolo meraviglioso gioiello ed il Cannon d’Oro, nato nel 1876, è una mia meta gastronomica di quando ero ragazzo. Nel centro della cittadina, da decenni, generazioni di una stessa famiglia mandano avanti questa affascinante "casa di ringhiera" di due piani (senza ascensore). L’ingresso carraio vi immette in un delizioso cortiletto dove potrete fare colazione pranzo e cena. Sopra, le camerette semplici ma accoglienti e complete.

 

Il mio voto per la posizione è “da 1 a 4 stelle su 5”:come mai?! perchè da una parte la vista è sulla piacevolissima, amabilmente chiassosa piazzetta imbandierata ma alla balconata al secondo piano i tavoli si affacciano nell’immenso: ai vostri piedi, a 180 gradi, il Monferrato.

La carne cruda di Fassone
La carne cruda di Fassone 

Vanno su e giù i familiari dello staff ed un nugolo di ragazzi e ragazze bravi sorridenti educati e professionali (e che magari, sacrificando le vacanze estive, si pagano all’Università il sesto anno di Medicina: grandi !!!!) 

La panna cotta con i torcetti fatti in casa
La panna cotta con i torcetti fatti in casa 

3T, Terra Territorio Tradizione: carne cruda di Razza Bovina Piemontese, tagliolini con i funghi porcini, agnolotti del plin burro e salvia o con pomodoro e basilico, gnocchi all’ortica, sontuoso fritto misto alla piemontese, gelato fatto in casa, panna cotta (con i casalinghi inarrivabili torcetti), bunet, cremoso alla nocciola. Cantina “monoregione”: emozionante inno al Piemonte ed al Monferrato.

Ci sono tre menu degustazione ( 33-35-40 euro); pranzo medio completo con 60/70 euro.  

Il bunet
Il bunet 

CANNON D’ORO ALBERGO RISTORANTE

Cocconato d’Asti, piazza Cavour 21

Tel.  0141.907794 

www.cannondoro.it

cannondoro@cannondoro.it

Riapre a pranzo di venerdi 12 agosto

VOTO        14/20

POSIZIONE    da 1 a 4 su 5

AMBIENTE          2 su 5

SERVIZIO            2 su 5

CANTINA             3 su 5

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito