Morellino di Scansano: 11 bottiglie per imparare ad amarlo

Maremma, territorio
Maremma, territorio 
Un evento e una Masterclass per promuovere un vino con uno strettissimo rapporto con il territorio e una storia breve ma intensa, ma poco conosciuta
5 minuti di lettura

Dalla montagna sacra degli Etruschi, l’Amiata al mare d’argento del parco regionale della Maremma: si nasconde qui, tra le colline rocciose di Scansano, in mezzo a uliveti e vigneti secolari il segreto di un Sangiovese che nel bicchiere sa esprimere e raccontare ogni sfumatura di quest’angolo di Toscana. Il Morellino Docg è una denominazione giovane, ha poco più di 40 anni, ma vanta tradizioni antichissime nella zona di Scansano. In questo borgo a cavallo tra la valle dell’Ombrone e quella dell’Albegna gli etruschi già conoscevano e apprezzavano la coltivazione della vite. Lo testimoniano i semi di vitis vinifera ritrovati in orci di terracotta del V secolo avanti Cristo e le statuette bronzee che impugnano la roncola, strumento usato per vendemmiare. I romani non fecero che assecondare questa vocazione che nel corso dei secoli è continuata fino ad assumere un nome, Morellino, che indicava la razza di cavalli utilizzati dai funzionari pubblici che d’estate si trasferivano da Grosseto a Scansano per sfuggire alle epidemie di malaria. Nel Museo della Vite e del Vino di Scansano all'interno di Palazzo Pretorio sono conservate le testimonianze del passato legate anche alla viticoltura, ma è il teatro Castagnoli, un gioiello in stile Liberty, la ribalta perfetta per conoscere il presente della denominazione e immaginarne le mosse future sui mercati italiani ed esteri. Come ogni anno a maggio il piccolo palcoscenico ospita la presentazione di Rosso Morellino e quest’anno, dopo due anni di stop causa pandemia, molte sono state le novità. La prima, di certo la più positiva, è che il Morellino non ha accusato flessioni ma al contrario la domanda è ampiamente superiore all’offerta. I numeri parlano chiaro: nel 2021 sono state prodotte 9,2 milioni di bottiglie con la fascetta Docg, con un incremento del 7% rispetto al 2019. Il  giro d’affari supera i 51 milioni di euro, di cui il 20% quota export. Giocano un ruolo fondamentale l’ottimo posizionamento in GDO e nei canali Horeca e dall’altra le vendite dirette sul web.

Scansano 
Scansano  

“Il Morellino di Scansano – sottolinea Bernardo Guicciardini Calamai, presidente del Consorzio – ha le carte in regola per giocare nei prossimi anni un ruolo da protagonista nel panorama enologico italiano. Oggi stiamo lavorando per rafforzare e consolidare il nostro posizionamento con vini caratterizzati sempre più dalle sfumature peculiari di questo straordinario territorio”. Nell’ottica di preservare questa terra straordinaria, a Rosso Morellino è stato presentato un accordo di collaborazione con l’Università di Pisa per approfondire le caratteristiche pedoclimatiche dell’area. In particolare lo studio punta ad analizzare l’interazione tra il Sangiovese e i contesti produttivi della denominazione per capire come e quanto influiscono nella creazione del profilo aromatico del Morellino. L’obiettivo è di sviluppare pratiche virtuose di viticoltura di precisione per consentire a tutti di percepire le sfumature territoriali nelle differenti interpretazioni del Sangiovese di Maremma. “Abbiamo il dovere di preservare con una politica di agricoltura sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. Per questo abbiamo anche intrapreso il percorso di certificazione di sostenibilità dell’intera denominazione tramite il progetto Equalitas” puntualizza il presidente del consorzio di tutela. Da una parte quindi viticoltura di precisione e progetti di sviluppo nel segno della sostenibilità che marciano di pari passo con un’agricoltura da sempre ben integrata, dall’altra un turismo slow per apprezzare e conoscere il territorio. Il consorzio di tutela sta puntando su Scansano come destinazione enoturistica di qualità. Da qui la scelta di promuovere il progetto Morellino Green sfruttando le potenzialità dei veicoli elettrici.

 

La Docg, tra le prime “EV friendly” in Italia, ora punta sul mercato delle eBike: sempre più diffuse stazioni di ricarica e una rete di alberghi e cantine attrezzate per chi sceglie di visitare il territorio della denominazione sfruttando le possibilità offerte dalle bici con pedalata assistita. Un modo per apprezzare non solo Scansano ammirandone le mura imponente e la torre quattrocentesca che svetta sul paese ma scoprirne i dintorni: i castelli di Montorgiali e di Montepò, oggi di proprietà privata, e il convento di Petreto. Nei dintorni Montemerano con le sue stradine e le case di pietra: un borgo gioiello tra i più belli d’Italia. O ancora Manciano, arroccata in cima a una collina. Dalla torretta del Cassero si possono ammirare dall’Amiata all’Argentario, isole comprese. L’imponente cinta muraria di Magliano in Toscana dove il tempo sembra essersi fermato. Spiccano le numerose necropoli in zona e sulla costa tra Albinia e Magliano gli scavi di Doganella. Di supporto per una vacanza su misura, ricca di esperienze e di visite in vigna e in cantina, il portale Visitmorellino.com, completamente rinnovato, e la nuova App VisitMorellino. In bici, grazie alla pedalata assistita, un piccolo tour tra i vigneti e le cantine della denominazione regala l’emozione di conoscere da vicino le numerose espressioni in Maremma del Sangiovese.

Masterclass con Filippo Bartolotta 
Masterclass con Filippo Bartolotta  

 

L’evento Rosso Morellino organizzato dal Consorzio di Tutela ha avuto per protagonisti circa quaranta produttori con oltre 80 etichette in degustazione. Due masterclass condotte da Filippo Bartolotta per scoprire l’unicità di questo territorio, partendo proprio dall’Amiata, che un tempo era un vulcano, e che offre nutrimento e protezione ai vigneti posti di solito tra i 200 e 500 metri in mezzo alle valli dell’Ombrone e dell’Albegna. La vicinanza con il mare e il sole invece esaltano sapori e profumi e facilitano la maturazione delle uve. Il Morellino presenta un tannino energico, il frutto è succoso, la beva è agile. Il Sangiovese si esprime al meglio da solo. Presenta caratteristiche uniche che lo differenziano da Bolgheri e Chianti. Un vino che sa far tesoro della biodiversità di un territorio antichissimo dove l’agricoltura è conosciuta da tempi immemori. Non mancano i blend con vitigni come merlot, alicante e syrah per esaltarne i pregi.

 

Gli assaggi 

 

Brumaio, Morellino di Scansano Docg 2019 - Tenuta Pietramora 
100% sangiovese. Le vigne sono tra le più alte nella Toscana Sud Ovest. Tannino vigoroso e note di eucalipto e macchia mediterranea al naso.

 

More, Morellino di Scansano Docg 2019 - Tenuta Monterò
Un 100% Sangiovese prodotto a Magliano in Toscana su terreni argillosi e sassosi a circa 300 metri dal mare, in regime biologico e biodinamico, sfruttando i benefici influssi climatici. Elegante, morbido presenta una nota mentolata e ben esprime il carattere del Sangiovese in purezza.

 

Celestina Fe', Morellino di Scansano Docg 2018 -Cantina Celestina Fe'
100% Sangiovese che presenta note di grande energia, complesso e con note sapide, mediterranee di alloro, rosmarino, lentisco. Proviene dai vigneti dell’omonima azienda, guidata da Moira Guerri e presente a Montiano in località Cupi. Ci troviamo molto vicini al mare, 50 metri sopra il livello del mare.

 

Cotozzino, Morellino di Scansano Docg 2021 - Antonio Camillo Vini del territorio
Un vino 100% Sangiovese prodotto a Manciano in alta collina su terreni argillosi compatti, aridi, ricchi di scheletro. Bassissima la resa produttiva, da 5 ettari 100 quintali di uva, è un vino molto scansanese, giocato sul frutto rosso e con tantissima florealità. Nota balsamica e mediterranea.

 

Morellino di Scansano Docg 2017 - Sellari Franceschini
Nato su terreni argillosi, per l' 85% Sangiovese e 15% altri vitigni dove spicca la syrah: profumi di prugna e note balsamiche di macchia mediterranea. Grande piacevolezza. Un Morellino storico, molto carico. Rappresenta un po’ la storia del paese.

 

Morellino di Scansano Docg 2020 - Fattoria dei Barbi
Argilla, calcare e scheletro caratterizzano il terreno per questo Morellino di Scansano 85% Sangiovese e 15% uve da vitigni a frutto nero). Parte tannica in evidenza, frutto succoso. Al naso si avverte il merlot. Ci troviamo nella zona della necropoli di Ghiaccio Forte.

 

Madrechiesa, Morellino di Scansano Docg Riserva 2018 - Cantina Terenzi 
La cantina Terenzi propone un Morellino da 100% Sangiovese. Il vigneto Madrechiesa è a Scansano e poggia su un terreno ricco di scheletro, ben drenato con sabbie grossolane e argille profonde. L’annata 2018 evidenzia la dolcezza del frutto maturo, note speziate con sentori di erbe officiali mediterranee. Un vino che fa botte grande e aspira all’invecchiamento.

 

Laire, Morellino di Scansano Docg Riserva 2019 - Azienda Agricola Bruni
Laire è un Morellino Sangiovese all’85% e Syrah al 15%, da vitigni che poggiano su argille brune lungo la strada vicinale località Marta Fonteblanda a Grosseto. E’ un Morellino dolce, elegante, vanigliato, molto rotondo. E’ di facilissima comprensione, molto immediato e come dice il nome invita a prendere il cammino. 

Massi di Mandorlaia, Morellino di Scansano Docg 2019 - Tenuta i Massi
E’ un vino rosso intenso potente ed elegante (90% Sangiovese e 10% alicante) che punta sull’immediatezza, strizzando l’occhio alle riserve. Aromi speziati e note minerali con finale balsamico.

Giogo, Morellino di Scansano Docg 2021 - Tenuta Terre d'Etruria 
Terreno collinare, argilloso e calcareo per il Giogo della tenuta Terre d’Etruria – il Poderone. 100% Sangiovese, i vitigni sono distribuiti tra Magliano in Toscana, Manciano e Scansano. Un vino tutto frutto, di struttura e fibrosità con tannino ben presente.

Spiaggiole, Morellino di Scansano Docg 2019 - Poggio Maestrino - Tenute Calì 
Spiaggiole è un 100% Morellino. I terreni, di chiara origine vulcanica, si trovano a Poggio Maestrino a Magliano in Toscana. Vino di facile beva, piacevolissimo. Frutto rosso e note balsamiche di erbe officinali.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito