Carlo Petrini: malva, calendula, tarassaco, ecco le migliori tisane per affrontare l'inverno

Carlo Petrini: malva, calendula, tarassaco, ecco le migliori tisane per affrontare l'inverno
 I benefici derivanti dal consumo di infusi sono molti e dipendono dal tipo di pianta utilizzata: le foglie d'ortica hanno proprietà diuretiche e drenanti, mentre erbe da balcone come salvia e menta migliorano la digestione
1 minuti di lettura

L’inverno, almeno dal punto di vista astronomico, è appena cominciato. Strano, non trovate? La cosiddetta stagione del freddo coincide con i mesi nei quali, come si suol dire, le giornate si allungano: il dì si fa largo, sottraendo ogni giorno un minuto in più alla notte e alle tenebre. Di primo acchito saremmo forse più portati a pensare che oramai l’inverno sia alle spalle, e che con gennaio parta la rincorsa verso i mesi più caldi. E invece no: i giorni più freddi dell’anno sono ancora di là da venire.

Un valido aiuto per combattere gli effetti delle basse temperature sul nostro organismo e purificarci dai bagordi delle feste appena terminate può arrivare dalle tisane. L’uso delle tisane ha radice profonde nell’antichità, da quando l’uomo fa uso di piante per curarsi.

Ma che cosa sono esattamente le tisane? Si tratta di miscele di più piante, cioè preparazione nelle quali si trovano contemporaneamente fiori, foglie o radici che assicurano un sapore gradevole all’infuso, i cui principi attivi apportano proprietà salutari per l’uomo. I benefici derivanti dal consumo di infusi di erbe sono molti e dipendono dal tipo di pianta utilizzata: per combattere malanni stagionali come la tosse e il mal di gola ad esempio, può essere adatta una tisana di malva, pianta nota per i suoi bellissimi fiori viola e per le proprietà antinfiammatorie, lenitive, emollienti e protettive delle mucose. Alla valeriana, così come alla camomilla, vengono invece associate caratteristiche calmanti: sono per eccellenza i rimedi naturali ai problemi del sonno. Tosse o raffreddore? Una tisana alla calendula potrebbe essere d’aiuto, e le sue foglie si rivelano utili anche in cucina per insaporire brodi, risotti o insalate. Le radici di tarassaco hanno invece proprietà depurative: contribuiscono a depurare l’organismo e a smaltire le tossine, una buona idea per il post-festività natalizie. 

Non occorre però andare chissà dove a cercare gli ingredienti giusti per la tisana perfetta: anche tra le erbe aromatiche da balcone possiamo trovare alcuni alleati della salute. Le foglie della menta, ad esempio, danno una mano alla digestione, così come la salvia. E la melissa? Perfetta per scacciare lo stress e vincere l’insonnia. Chi invece ha avuto la fortuna di poter cogliere qualche ramo di lavanda a fine estate può sfruttare i suoi fiori ora ben essiccati per un infuso dalle proprietà calmanti e rilassanti. A proposito di essiccatura: le foglie di ortica rivelano ottime proprietà diuretiche e drenanti. Coglierle può rivelarsi piuttosto doloroso, vista la sostanza urticante contenuta nei peli che le proteggono, ma il loro gusto ripaga ogni sforzo: e pensando alla primavera che verrà, preparatevi a sfruttarle anche in minestre, risotti o deliziose frittate!

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito