Dalla mozzarella di Sorrentino alla pizza di Sophia Loren, Napoli al cinema è tutta da mangiare

Una scena di "È stata la mano di Dio", di Paolo Sorrentino (Foto Gianni Fiorito)
Una scena di "È stata la mano di Dio", di Paolo Sorrentino (Foto Gianni Fiorito) 
Da sempre l'anima enogastronomica della città conquista il grande schermo (e gli spettatori). Ecco i film che l'hanno raccontata meglio, fino a "È stata la mano di Dio", in sala da fine novembre
2 minuti di lettura

Avvolta, nonostante il clima estivo, nella voluminosa pelliccia nera, sdegnosamente lontana dalla tavolata di famiglia dove si consuma il classico pranzo del giorno di festa, la Signora Gentile (Dora Romano) addenta una mozzarella con la voluttà di chi con gli altri non vuole condividere nulla. Tantomeno un cibo speciale e raffinato come quello, non replicabile fuori dalla cinta campana, una delizia che gronda latte, come per ricordare il gusto del primo pasto che segue alla nascita: "Signora Gentile - dice Maria (Teresa Saponangelo), la madre di Fabietto nel film di Paolo Sorrentino "È stata la mano di Dio" - vi state sbrodolando tutta quanta.