il caso

Svolta in Germania: nei supermercati spopolano salsicce e wurstel di fake meat

La carne non carne conquista la grande distribuzione del Paese primo produttore in Europa: i sostituti vegetali lo scorso anno sono cresciuti del 39%. Tra i tedeschi il consumo di carne in 40 anni è sceso a un terzo
2 minuti di lettura

Landshut, Bassa Baviera, città di 70.000 abitanti. Nel grande supermercato della catena Rewe, vicino al centro storico, nei frigoriferi del reparto prodotti freschi - accanto a rotoli di pasta sfoglia e brisée, gnocchetti e frittatine da brodo, piatti orientali pronti e ogni tipo di condimenti pronti per l’insalata - due interi settori sono dedicati a confezioni di polpettine, hamburger, bocconcini di pollo impanati, cotolette alla milanese, affettati, salsicce di vario tipo da mettere sulla griglia, currywurst, bastoncini di pesce e macinato per preparare il ragù alla bolognese.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori