Tecnologia

Caricabatterie universale, lo strano fronte del no contro la proposta Ue

(ansa)
Bruxelles ha chiesto a tutti i produttori di usare un punto di ricarica comune per diminuire i rifiuti elettronici, ma Apple e associazioni dei consumatori replicano: "Così si blocca l'innovazione e aumentano i costi"
2 minuti di lettura

Il caricabatterie universale proposto dalla Commissione Ue a tutela dell'ambiente solleva dubbi, dando vita a un inedito asse tra il colosso degli smartphone Apple e le associazioni di consumatori. I fatti: giovedì 23 settembre, la Commissione europea, con l'obiettivo di ridurre i rifiuti elettronici, ha presentato una proposta legislativa per l'introduzione di un caricabatterie universale che possa funzionare per tutti i dispositivi mobili.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori