Emergenza clima

Devastati dall'ozono, un disastro evitato col bando ai cfc

Getty 
Uno studio 'distopico' ha stabilito che continuando a usare i clorofluorocarburi in modo incontrollato avremmo contribuito a far salire la temperatura dell’atmosfera di 2,5 °C entro la fine del secolo
2 minuti di lettura

Se non avessimo messo al bando i clorofluorocarburi, avremmo bruciato la Terra. In senso letterale. È il disastro che siamo riusciti a prevenire vietando la produzione e l’utilizzo dei composti chimici di cloro, fluoro e carbonio (indicati, di solito, con la sigla Cfc). Continuando a usarli in modo incontrollato, avremmo contribuito a far salire la temperatura dell’atmosfera di 2,5°C entro la fine del secolo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori