Territorio
Il rifugio Scotoni, in Alta Badia (Alto Adige). 

Alta Badia, nel rifugio si imbottiglia l'acqua minerale più alta d'Europa

L'acqua Ega Scotoni arriva da una sorgente a 300 metri dal rifugio Scotoni, a 2.040 metri di altitudine

2 minuti di lettura

Il primo scrigno che custodisce il tesoro è a quota 2.148 metri nella roccia che guarda al Lagazuoi, una delle montagne che hanno fatto la storia del 14-18 e che ancora adesso ospita trincee, cunicoli, sentieri della Grande Guerra. Il secondo è a 2.040, sotto uno dei rifugi più noti a chi scia e da Cortina si sposta in Alta Badia attraverso l’Armentarola.

La magia dell’acqua minerale più alta d’Europa nasce e si completa così. Si chiama Ega Scotoni la nuova invenzione di una famiglia dell’Alta Badia, terra di gente che non si accontenta mai e che si è data come missione l’accoglienza del turista in modi sempre più familiari ma anche sofisticati. Qui per anni alle piste perfettamente innevate per essere alla portata del più alto numero di sciatori hanno unito la cucina di altissima qualità, è stata a lungo l’unica zona di montagna con tre chef stellati. Non poteva quindi che essere sempre legata al tema della ristorazione l’ultima novità. Ega come l’acqua in ladino, Scotoni come il rifugio dove viene mineralizzata e imbottigliata.

La fonte è lì, a soli trecento metri.

La sorgente. 

“Non c’è nessuna dispersione, il tragitto è brevissimo, noi abbiamo l’usofrutto trentennale della sorgente che ha comunque una portata limitata” spiega Christian Agreiter, anima e braccio dell’operazione. Ma perché produrre acqua minerale, visto che il rifugio da solo bastava e avanzava? “L’avevo sempre sognato, per soddisfazione personale. Non c’è un pensiero di business, come potremmo sfidare grandi marchi con i numeri che facciamo, no. Mi piaceva il pensiero di caratterizzare il nostro rifugio, la nostra esperienza anche fuori da qui, noi siamo legati all’acqua, come tutta la natura che ci circonda è un elemento fondamentale. E questo è un modo per celebrare la nostra sorgente”.

Finora sono diecimila le bottiglie prodotte, una cifra che dà il segno del progetto che deve rimanere di nicchia proprio perché strettamente legato all’ambiente. Siamo nel parco naturale del Fanes-Sennes-Braies, Alto Adige ma in territorio ladino, dall’altra parte della vetta c’è Cortina, un’ora di camminata o dieci minuti di discesa con gli sci sotto ci sono le prime residenze e i primi hotel dell’Alta Badia, anche il primo impianto, il piccolo skilift che in inverno ti connette con il Piz Sorega di San Cassiano.

Come tutti i sogni che si concretizzano ci sono state difficoltà. “La burocrazia, prima di tutto – continua Agreiter -. Abbiamo cominciato a pensarci nel 2013, lì è partita l’avventura con le prime analisi dell’acqua per il rispetto dei parametri di mineralizzazione ed è emerso subito che aveva le caratteristiche, le manteneva tutto l’anno, solo nel 2018 abbiamo avuto il via libera dal ministero della Salute e a quel punto ho capito che potevamo farla davvero. Ega è un’acqua oligominerale col residuo fisso di 89 mg/lt, con un ph di 8,12  che la rende estremamente alcalina e dal gusto dolce, il livello di sodio è tra i più bassi tra le acque minerali italiane. In più giace sotto uno strato di permafrost, che garantisce una temperatura costante a 2,9 gradi tutto l’anno, sinonimo di freschezza e purezza”.

Etichetta elegante, disegnata dall’americana che vive a Bolzano Lindsay Blake, bottiglia preparata a Verona, prezzo da élite. “Ma io ho pensato Ega per noi prima di tutto e poi per chi vuole un prodotto unico, l’alta ristorazione per esempio, il ristorante tristellato St. Hubertus di Norbert Niederkofler la serve in tavola. Non siamo da supermercati, mi piacerebbe arrivare anche con poche bottiglie in qualche punto di qualità dedicato solo ed esclusivamente di cibo”.

Ci sono contatti per la distribuzione all’estero  “Dubai e Emirati Arabi” e c’è la vendita online, 13,90 euro a coppia, una bottiglia di frizzante (“Che è davvero frizzante, l’ho voluta così perché non mi piacciono le acque a metà”) e una naturale, anche un set da sei bottiglie a 35,70 euro.