IL LIBRO

Le fake news sul clima spiegate ai ragazzi (e non solo)

Peter Macdiarmid/Getty Images 
'Pinguini all'equatore' svela le falsità e spiega la complessità sulla crisi del clima con un linguaggio adatto ai più giovani e un'abbondanza di aneddoti storici. Un inno al metodo scientifico
1 minuti di lettura

Ci sono molte cose complicate da capire sulla crisi climatica. Possiamo per esempio essere fuorviati da una ondata di freddo che ci fa dubitare del riscaldamento globale, se non conosciamo la differenza tra meteo, che ci dice se avremo nuvole o sole, le temperature e i venti attesi in un certo luogo per un breve periodo, e il clima che indica le condizioni generali del pianeta nel lungo e nel lunghissimo periodo.

Possiamo essere fuorviati da informazioni non corrette o false, come per esempio che la Gronlandia, l’isola più grande e gelida del pianeta debba il suo nome (che vuol dire Isola Verde) al fatto che un migliaio di anni fa quando fu scoperta era coperta di rigogliosa vegetazione perché il clima era assai più caldo di quello attuale. Non è così, come non è vero quello che pure è scritto su molti libri di scuola, ovvero che poco più di 2 mila 200 anni fa il cartaginese Annibale attraversò le Alpi con 20 mila elefanti, cosa che avrebbe potuto fare solo se un clima assai più caldo dell’attuale avesse reso i passi liberi da neve e ghiacci. In realtà Annibale si mosse con 37 elefanti dei quali solo uno sopravvisse al passaggio delle Alpi per morire poco dopo in Toscana.

Serena Giacomin, meteorologa e divulgatrice scientifica, e Luca Perri, astrofisico, in Pinguini all’Equatore svelano le falsità e spiegano le complessità con un linguaggio adatto ai ragazzi, il pubblico al quale il libro è destinato.

Raccontano come il negazionismo abbia cambiato faccia senza per questo essere meno subdolo. Con la scienza che ha dimostrato in maniera certa il riscaldamento globale non negano più che la temperatura stia salendo ma che siano gli uomini a determinare questo pernicioso fenomeno. Giacomin e Perri smontano una ad una le tesi di questo nuovo negazionismo, in maniera semplice e rigorosa ricorrendo all’unico serio modo per accrescere la conoscenza: il metodo scientifico. Che è il vero protagonista del libro che ne spiega i metodi e le ragioni e perché è a quello che dobbiamo affidarci se vogliamo aumentare la conoscenza senza rimanere vittime dei pregiudizi.

 

Pinguini all'Equatore
di Serena Giacomin e Luca Perri
(DeAgostini; pp 192; euro 15,90)