Intervista
Marco Versari, responsabile relazioni istituzionali di Novamont e presidente di Biorepack. 

Plastica usa e getta, la filiera 'bio': "Direttiva Ue incoerente con economia circolare"

Secondo Marco Versari, presidente di Biorepack, "l’Italia ha tutti gli elementi per sostenere che il modello di recupero dei rifiuti organici messo a punto negli anni, e basato sulla raccolta differenziata dell’umido e del compost, è ecosostenibile"

2 minuti di lettura

Il giro di vite sulla plastica monouso in arrivo con la direttiva europea cosiddetta Sup (single-use plastic products), che entrerà in vigore dal 3 luglio, continua ad alimentare polemiche. Questa volta a manifestare le perplessità della filiera è Marco Versari, responsabile relazioni istituzionali di Novamont e presidente di Biorepack, settimo consorzio di filiera Conai che opera nel recupero e nel riciclo organico dei rifiuti di imballaggio in plastica biodegradabile e compostabile insieme con la frazione organica umida dei rifiuti urbani.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori