Rinnovabili

Ecco perché il fotovoltaico costa sempre di più

I prezzi, che erano stati finora in riduzione per le materie prime, oggi vedono aumenti invece significativi, anche perché è in crescita la domanda. Un problema per Stati, ma anche per singoli utenti
2 minuti di lettura

Un’inversione di tendenza che preoccupa: i prezzi delle materie prime, in particolare il polisilicio, per la produzione di pannelli fotovoltaici, dopo un decennio di diminuzione arrivata fino al 90%, oggi stanno salendo pericolosamente, registrando dall’inizio dell’anno una crescita del 18%. Il costo del polisilicio è quadruplicato e questo aumento minaccia di ritardare tutti i progetti in corso per la trasformazione dell’uso di combustibili fossili verso le fonti rinnovabili per quanto riguarda la produzione di energia, il tutto mentre sembrava avviarsi, anche da parte di molte nazioni, una riconversione sempre più ampia nel tentativo di rallentare il cambiamento climatico prodotto dai gas serra.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori