Finanza

La sconfitta di ExxonMobil: gli azionisti-attivisti per il clima entrano nel board

(reuters)
Il colosso petrolifero sconfitto da un piccolo fondo, che contestava le mancate politiche sull'emergenza climatica: almeno due dei rappresentanti proposti faranno parte del nuovo Cda
2 minuti di lettura

Giovedì  27 maggio 2021. L’assemblea annuale (virtuale) della ExxonMobil, ha sancito la vittoria degli attivisti guidati dal piccolo edge fund Engine n° 1, che detiene meno dell'1% delle azioni di Exxon, contro colosso petrolifero nella battaglia sul fronte del clima.

Il clamoroso risultato delle elezioni del consiglio di amministrazione da parte dell'assemblea degli azionisti Exxon ha sancito l'ingresso nel board di almeno due (ma secondo il New York Times potrebbero anche essere di più dato che il voto non è ancora stato pienamente ratificato) dei quattro candidati proposti dagli attivisti per il clima, critico sui ritardi dell'azienda nel prendere atto dell'emergenza climatica e quindi agire di conseguenza.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori