I LAVORI GREEN

"Vendesi, purché sostenibile". Ecco Vezua, l'ecommerce per il consumatore consapevole

La piattaforma di ecommerce creata dalla startup 02 Forest di due giovani italiani con oltre 400 prodotti che rispettano l'ambiente. "I server della piattaforma vengono alimentati al 100% da energie rinnovabili"
1 minuti di lettura

Un portale ambientalista e glocal che si propone di fare incontrare domanda e offerta di prodotti ecosostenibili di aziende e professionisti rigorosamente selezionati in tutto il mondo in base a criteri etici. Per entrare a farne parte, infatti, le imprese devono sostenere una rigida selezione sulla base di certificazioni e accertamenti non solo sul prodotto ma anche sull'intera catena del valore.
 

Creata dalla startup 02 Forest, Vezua è una mini Amazon italiana nata dall'iniziativa di una giovane coppia di Asciano (Siena), Giulia Faleri, 23 anni, e Francesco Salvi di 31. Obiettivo dichiarato: "Trasformare il commercio in un atto che crea valore sociale e ambientale".


Per questo, a differenza di altre iniziative analoghe, si tratta di un mercato completamente virtuale, senza centri logistici e magazzini di stoccaggio, perché la compravendita avviene in modo diretto tra il produttore e il consumatore e, grazie alla geolocalizzazione, l'utente che si connette a Vezua può impostare la propria località e trovare le merci e i servizi più vicini. Che sono i più diversi, sneakers e abbigliamento con fibre naturali e riciclate, orologi da parete in legno naturale, bici elettriche, alimenti biologici a km zero: si possono infatti acquistare, e vendere, articolii di ogni genere purché green. L'attenzione alla sostenibilità, sottolineano i fondatori, è a tutto campo, anche i server della piattaforma vengono alimentati al 100% da energie rinnovabili. Al momento, a pochi mesi dalla nascita, nell'ottobre scorso, sul portale sono già presenti 35 imprese ecosostenibili e oltre 400 prodotti che spaziano dall’abbigliamento al cibo, all’arredamento alla cosmesi, fino all’artigianato e ai giocattoli.


Ma il sistema è ampliabile a piacere e per questo il portale ha una sezione dedicata chi vuole aprire un negozio online aggiungendo le proprie offerte, oltre che una bacheca di annunci dove si possono pubblicizzare iniziative a tema, siano visite guidate a un apiario o una passeggiata con i lama o far conoscere la propria azienda. A breve sarà implementata la possibilità di acquistare servizi green come prenotazioni di alberghi, ristoranti, eventi e biglietti per il trasporto urbano.
 

Per completare il circolo virtuoso, parte dei ricavi della piattaforma sono utilizzati per creare spazi verdi che una volta completati saranno visitabili gratuitamente.


Il primo appezzamento è già stato acquistato a Monteroni d’Arbia, in provincia di Siena, e si sta provvedendo a piantumarlo . "Il nostro concetto di ecosistema forestale - spiega Francesco Salvi -  è un giardino boschivo, una fusione tra bosco e giardino fiorito, un’area esplorabile senza un percorso preciso e un luogo accogliente sia per gli animali impollinatori che per altri animali selvatici, i quali troveranno riparo e sostentamento grazie ai vari tipi di piante".


I lavori green