Paesi Bassi: Shell e Exxon pronte per lo stoccaggio della CO2

(reuters)
Un consorzio di cui fanno parte le compagnie petrolifere Royal Dutch Shell ed ExxonMobil ha chiesto un sostegno di 2,1 miliardi di euro per finanziare un progetto di immagazzinamento di gas in giacimenti vuoti olandesi nel Mare del Nord
1 minuti di lettura

Un consorzio di cui fanno parte le compagnie petrolifere Royal Dutch Shell ed ExxonMobil ha chiesto un sostegno di 2,1 miliardi di euro per finanziare un progetto di immagazzinamento di gas CO2 in giacimenti vuoti olandesi nel Mare del Nord. Lo ha riferito il ministero dell'economia olandese, secondo quanto riporta Reuters. I sussidi sono stati richiesti insieme ai fornitori di gas industriali Air Liquide e Air Products.

Il progetto punta a catturare l'anidride carbonica emessa da fabbriche e raffinerie nell'area portuale di Rotterdam al fine di ridurre significativamente le emissioni nel più grande porto marittimo d'Europa. Le società prenderanno una decisione finale sull'investimento all'inizio del prossimo anno e puntano a rendere operativo il progetto entro il 2024.


Il governo olandese ha dichiarato che nel 2021 concederà un totale di 5 miliardi di euro di sussidi per tecnologie che aiutino a raggiungere i suoi obiettivi climatici. Ha inoltre riferito di aver ricevuto richieste per una somma totale di 6,4 miliardi di euro; la decisione sulla ripartizione dei sussidi dovrebbe arrivare entro la fine del secondo trimestre.