LAVORI GREEN

Ragazzi, pensate in verde. Un hackathon per il futuro sostenibile

Dal 26 al 28 gennaio l'appuntamento digitale che vuole stimolare i giovani a trovare soluzioni concrete per affrontare la crisi climatica che sta cambiando il mondo. Iscrizioni aperte fino al 15 gennaio per studentesse e studenti e tra i 21 e i 26 anni provenienti da tutta Italia
2 minuti di lettura

Mettersi alla prova e verificare le proprie competenze, avere una buona intuizione o un'idea brillante sono ottimi prerequisiti per entrare con successo nel mondo del lavoro e dell'imprenditoria, ma spesso quello che manca è che si presenti un'occasione per dimostrare in pratica la propria preparazione e creatività. Vale anche, e soprattutto per i lavori green, che sono innovativi per definizione ma non sempre e non ancora istituzionalizzati.
 

Particolarmente interessante sembra quindi da questo punto di vista la seconda edizione di Onda Z @Klimahouse, l’hackathon che vuole stimolare i giovani a trovare soluzioni concrete per affrontare la crisi climatica che sta cambiando il mondo. A differenza della prima edizione l'appuntamento stavolta si terrà in forma completamente digitale e quindi in piena sicurezza, dal 26 al 28 gennaio 2021, e fino al 15 gennaio si raccolgono le iscrizioni. Possono partecipare studentesse e studenti e tra i 21 e i 26 anni provenienti da tutta Italia iscrivendosi come team, da un minimo di 2 persone ad un massimo di sei, oppure come singoli. Questi ultimi verranno poi uniti ad altri concorrenti per formare nuove squadre. Attenzione, però, meglio non aspettare l'ultimo minuto perché c'è un numero chiuso: verrà accettato un massimo di 60 partecipanti.


Alla "maratona progettuale", ideata e organizzata da Onde Alte in collaborazione con Klimahouse e con il sostegno dell’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima della Provincia di Bolzano,si possono presentare iniziative, prodotti e servizi che rispondano alla domanda che riassume il tema dell'edizione: “Quali progettualità d’impresa, politiche e servizi pubblici possiamo proporre affinché i cittadini e le imprese possano ridurre il proprio impatto sull’ambiente e attivare processi rigenerativi?”.
 

I team collaboreranno e si sfideranno per immaginare progettualità d’impresa, politiche e servizi pubblici che aiutino i privati cittadini e le imprese a pesare di meno sull'ambiente e ad avviare pratiche virtuose, dall'edilizia sostenibile al riciclo dei rifiuti. A seguirli saranno dei mentori esperti di metodologia di sviluppo progettuale e ci saranno anche degli esperti di vari settori legati all'ambiente per fare da ispiratori e da supporter.
 

Il 29 gennaio, il team vincitore presenterà il proprio progetto durante il congresso internazionale di Klimahouse Digital Edition 2021.  E non manca un interessante risvolto pratico: il premio prevede un percorso di accompagnamento nella realizzazione del progetto proposto, in collaborazione con Noi Techpark.

Un'idea nata dal presupposto che le nuove generazioni abbiano sviluppato una sensibilità maggiore rispetto alle emergenze irrisolte che la nostra società deve affrontare. Ovvero, per dirla con le parole di Greta Thunberg: "Noi giovani ci dobbiamo arrabbiare e dobbiamo comprendere che il nostro futuro è a rischio. Dobbiamo fare in modo che le nostre voci siano ascoltate. Quello che ho imparato è che non si è mai troppo piccoli per fare la differenza".

 

Lavori green