Per i gorilla lo status sociale conta più dell'aspetto fisico

Almeno per quanto riguarda il successo riproduttivo: femmine di più alto rango si accoppiano di più. Ma le dimensioni dell'animale non c'entrano, suggerisce uno studio su Plos One

2 minuti di lettura
Più di alto rango, più volte mamme. Il successo riproduttivo delle femmine di gorilla di montagna (Gorilla beringei beringei) è una questione più di ceto, si direbbe, che di stazza. Non esiste nessuna correlazione tra la grandezza dell'animale e la posizione sociale, sebbene ne esista tra quest'ultima e la probabilità di riprodursi. A legare insieme status sociale e questioni biologiche nei gorilla dei montagna è uno studio appena pubblicato sulle pagine di Plos One.
 

Il selfie del ranger congolese con i gorilla: la storia dietro lo scatto eccezionale


Era già noto, ricordano gli autori, che uno status sociale più elevato fosse correlato al successo riproduttivo, ma non era chiaro che ruolo avessero le dimensioni di questo animale in tutto questo. Per esempio, alcune ricerche in passato avevano osservato che le dimensioni contano per i maschi gorilla di montagna, per esempio influenzando le loro capacità di combattimento. E per le femmine, si è chiesto il gruppo guidato da Edward Wright del Max Planck Institute for Evolutionary Anthropology, vale lo stesso? In qualche modo femmine di più alto rango sono anche le più grandi, come si osserva per esempio nelle elefantesse o nelle femmine di pony selvatico, scrivono gli autori? In sostanza, le dimensioni del corpo sono correlate alla posizione sociale e al successo riproduttivo? Rispondere alla domanda in una specie come il gorilla di montagna è alquanto interessante, sottolineano gli esperti: parliamo del più grande primate esistente, con abbondante accesso a cibo durante tutto l'anno e con deboli relazioni di dominanza tra femmine, ma stabili e durature.
 

Per rispondere i ricercatori hanno messo combinato dati sul comportamento e sulle dimensioni di alcuni gorilla femmine. Tutt'altro che facili da monitorare per gli animali selvatici: in questo caso gli scienziati si sono serviti di laser e fotocamera digitale per stimare la larghezza della schiena e la lunghezza del corpo degli animali monitorati, una trentina di femmine nel Volcanoes National Park in Rwanda. Osservazioni comportamentali e dati demografici erano disponibili fino dagli anni Duemila. Mettendo insieme queste informazioni, i ricercatori hanno osservato che non c'erano correlazioni tra stazza e status sociale o successo riproduttivo. Quello che gli scienziati hanno confermato è invece un'associazione tra alto rango sociale e una misura di successo riproduttivo (come l'intervallo tra diverse nascite, più corto per femmine di status più elevato). Cosa significa tutto questo?
 
Secondo gli esperti lo status sociale, a prescindere dall'aspetto fisico, conferisce dei benefici in termini di successo riproduttivo, influenzando lo stato generale dell'animale. Per esempio, citano, potrebbe garantire una migliore possibilità di scelta del partner, così come un minor rischio di predazione e stress. Tutti fattori che potrebbero giocare a favore delle gorilla di alto rango, che sulla scala sociale salirebbero non per le dimensioni dunque, ma per altri fattori, forse l'età, forse il ruolo rivestito nel gruppo, spiegano i ricercatori.