Wwf: sequestrate in Sudan 1,2 tonnellate di avorio

Erano provenienti dall'Uganda dove - si stima - sono stati uccisi almeno 120 elefanti uccisi per le zanne

1 minuti di lettura
ROMA - E' un sequestro che significa una carneficina. Nell'aeroporto di Juba, in Sudan, sono state bloccate 1,2 tonnellate di avorio provenienti dall'Uganda, ottenute dai bracconieri uccidendo almeno 120 elefanti. E' quanto denuncia in una nota il Wwf, secondo cui la strage di elefanti in Africa "nonostante gli appelli di Nazioni Unite e dei governi, continua inesorabile".

"È sicuramente un sequestro eccezionale per un aeroporto - afferma la responsabile conservazione del Wwf Italia Isabella Pratesi -.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori