Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Fincantieri occhi puntati su Brasile e Romania

Giuseppe Bono, Ad di Fincantieri

Il gruppo cantieristico insieme a Leonardo pronto ad una offerta definitiva per la gara da 1,6 miliardi indetta dalla Marina rumena per la realizzazione di quattro nuove corvette e l’ammodernamento di due fregate 22R

TRIESTE. Fincantieri sarebbe pronta ad inoltrare, entro il prossimo 26 ottobre, l’offerta definitiva per la gara da 1,6 miliardi indetta dalla Marina rumena per la realizzazione di quattro nuove corvette e l’ammodernamento di due fregate 22R. La proposta dovrebbe vedere la partecipazione di Leonardo come fornitore del sistema di combattimento integrato.

È quanto riporta Il Sole 24 Ore, secondo cui il gruppo guidato da Giuseppe Bono se la vedrà con i francesi di Naval, la tedesca ThyssenKrupp ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TRIESTE. Fincantieri sarebbe pronta ad inoltrare, entro il prossimo 26 ottobre, l’offerta definitiva per la gara da 1,6 miliardi indetta dalla Marina rumena per la realizzazione di quattro nuove corvette e l’ammodernamento di due fregate 22R. La proposta dovrebbe vedere la partecipazione di Leonardo come fornitore del sistema di combattimento integrato.

È quanto riporta Il Sole 24 Ore, secondo cui il gruppo guidato da Giuseppe Bono se la vedrà con i francesi di Naval, la tedesca ThyssenKrupp e l’olandese Damen. Inoltre, la controllata Vard, in partnership con Leonardo, sarebbe in corsa per una commessa da 1,6 miliardi lanciata dalla Marina brasiliana per la realizzazione di quattro corvette classe Tamandarè.

In questo caso, secondo il quotidiano economico, le autorità brasiliane dovrebbero indicare la short list entro il prossimo 30 ottobre. Le due commesse erano state indicate tra i progetti più interessanti per Fincantieri nel piano industriale 2018-2022, periodo nel quale il gruppo triestino intende sfruttare l’atteso aumento della spesa militare per rafforzare il proprio business militare.