Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Gli artigiani friulani: no alla “doppia” flat tax, meglio l’addio all’Irap

Risultato a sorpresa nell’indagine svolta da Confartigianato. Tilatti: tagliare l’imposta regionale è di più facile attuazione

UDINE. Il contratto di governo Lega-M5s comprende sia la flat tax sia la riduzione dell’Irap. Il dibattito si infiamma tra chi si schiera a favore e chi invece critica le annunciate misura. Ma le imprese, cosa ne pensano? Confartigianato Udine lo ha chiesto direttamente ai suoi associati nell’ambito della XXV indagine congiunturale. Il risultato? Tutt’altro che scontato. Sull’istituzione di una flat tax con aliquote al 15% e 20% si dice favorevole il 78% dei 600 intervistati.

E fin qui, nulla ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

UDINE. Il contratto di governo Lega-M5s comprende sia la flat tax sia la riduzione dell’Irap. Il dibattito si infiamma tra chi si schiera a favore e chi invece critica le annunciate misura. Ma le imprese, cosa ne pensano? Confartigianato Udine lo ha chiesto direttamente ai suoi associati nell’ambito della XXV indagine congiunturale. Il risultato? Tutt’altro che scontato. Sull’istituzione di una flat tax con aliquote al 15% e 20% si dice favorevole il 78% dei 600 intervistati.

E fin qui, nulla di strano. Balzano invece all’occhio il 13% di contrari e il 9% di coloro che ritengono la rivoluzione promessa dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria, ininfluente per la propria azienda. L’ipotesi oggi sul tavolo è quella di un ampliamento dell’attuale regime forfettario che si concretizzerebbe in una flat tax al 15% per le imprese minori. Il primo anno la tassa piatta riguarderebbe in particolare le partite iva comportando un taglio di tasse pari al 1,7 miliardi di euro. Ci si sarebbe legittimamente potuti aspettare, di fronte alla promessa di una sforbiciata al ribasso, un sì plebiscitario. Al 100%.

E invece gli artigiani friulani quel sì a scatola chiusa non lo hanno detto. A tentare una possibile lettura è il presidente di Confartigianato-Imprese Udine, Graziano Tilatti. «L’ipotesi è che per le nostre imprese la priorità sia un’altra – spiega –: non la flat tax, ma la riduzione dell’Irap».

Preferenza che è un po’ più di un’ipotesi. A dirlo sono infatti ancora i 600 intervistati che alla domanda «come giudica la proposta di una riduzione dell’Irap per la sua azienda» si sono schierati nettamente a favore: 82% si è detto favorevole contro appena il 3% dei contrari e il 15% di coloro che ritengono la misura irrilevante per la propria impresa.

«L’opinione complessiva - continua Tilatti – è ovviamente favorevole a entrambe queste misure di riduzione della pressione fiscale, ma se si escludono le risposte “neutre” (del tipo «irrilevante per la mia impresa») il profilo di risposta è nettamente diverso». La riduzione dell’Irap trova d'accordo il 96,5% degli artigiani (e contrari il 3,5%), l’introduzione di una flat tax articolata sulle due aliquote 15% e 20% è valutata positivamente dall’85,7% degli intervistati (e negativamente dal 14,3%). Una buona notizia per l’amministrazione regionale guidata da Massimiliano Fedriga che nel suo programma di governo ha promesso appunto la riduzione dell’Irap: le imprese artigiane gradiscono.

Ancora Tilatti: «La riduzione dell’Irap viene considerata probabilmente di più immediata attuazione e quindi convince la quasi totalità delle imprese artigiane, tenuto ovviamente conto della necessità della copertura finanziaria, mentre la flat tax genera una condivisione meno plebiscitaria». Quanto alla modalità di attuazione della riduzione dell’Irap Confartigianato-Imprese Udine suggerisce «l’aumento della franchigia, particolarmente efficace sotto il profilo tecnico per le microimprese, più che mediante la riduzione dell’aliquota».