Sul tram torna il bigliettaio: la sera non si sale senza biglietto

Iniziativa «sperimentale» di Aps: dopo le 20.30 di sera guardie giurate e un bigliettaio sul mezzo. Si potrà entrare e uscire solo dalla porta centrale

PADOVA. Un’iniziativa che appare quasi «rivoluzionaria» se non fosse un vero e proprio ritorno al passato. Sul tram arriva la figura del «bigliettaio», un dipendente di Aps che la sera controllerà i biglietti e eventualmente potrà anche vendere i titoli di viaggio a chi ne è sprovvisto. «A partire da mercoledì 20 marzo, dopo le 20.30 di sera, i passeggeri che saliranno a bordo del tram troveranno ad attenderli un bigliettaio, che oltre ad assisterli, ed a garantire una maggiore sicurezza nelle ore notturne, potrà anche vendere il biglietto a chi ne fosse sprovvisto, svolgendo in questo modo funzioni di controllo contro possibili fenomeni di evasione - fa sapere l’azienda con una nota - Il costo del biglietto, acquistato a bordo, è di 2 euro».

Cambierà dunque anche il modo di salire e scendere sul tram: dopo le 20.30 si utilizzerà soltanto la porta centrale. «Il personale di Apssarà inoltre coadiuvato nell’occasione da una società di vigilanza privata - si legge ancora nel comunicato dell’azienda - L’iniziativa del bigliettaio a bordo del tram, nelle ore notturne, sarà presto estesa anche a tutta rete degli autobus».

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi