Padova-Venezia, pronti i due binari per il nuovo metrò

Terminati i lavori per i due nuovi binari da cui dovrebbero partire, ogni quarto d'ora, i treni diretti per Venezia. Ma quando inizierà il servizio?

PADOVA. Sarà una PaTre oppure una PaVe? O una risuscitata Patreve, di cui si discuteva già alla fine degli anni Ottanta? Al momento, almeno per quanto riguarda il fronte dei trasporti pubblici locali, è vincente l’asse Padova-Dolo-Mira-Mestre-Venezia. Tanto per fare un esempio concreto, alla stazione di Padova sono già terminati i lavori per realizzare i due binari interni da dove partiranno, ogni quarto d’ora, i treni della metropolitana di superficie diretti in laguna via Ponte di Brenta/Busa di Vigonza; Barbariga di Vigonza/Pianiga; Dolo; Mira-Mirano e Mestre. Sono stati costruiti anche i marciapiedi a fianco dei binari. In questi ultimi giorni è stato attivato anche l’aggancio alla linea elettrica generale della stazione. Il giorno 16 dicembre i tecnici locali di Rfi Veneto provvederanno anche alla cosiddetta “riconfigurazione” della nuova stazione di Padova Centrale alla luce dei nuovi due binari già utilizzabili. In contemporanea a Mestre-Gazzera sono in corso i lavori per riassestare il nodo e lo svincolo da cui transiteranno anche i treni diretti a Castelfranco, che naturalmente sarà collegata alla Mestre-Padova e alla Castelfranco-Padova, via Camposampiero-Campodarsego.

I lavori ultimati sono stati finanziati sia dalla Regione che da Rfi-Ferrovie dello Stato con 2.5 milioni di euro. Quindi sino ad oggi, per realizzare anche tutte le opere civili e tecniche collegate al sistema Smfr, sono stati spesi circa 400 milioni. Anche se sono già passati 11 anni da quando, alla stazione di Vigodarzere, l’ex presidente della Regione, Giancarlo Galan, con al fianco l’ex sindaco di Padova, Giustina Destro, si mise in testa il capello rosso da capostazione dopo avere dichiarato che il primo metrò regionale sarebbe partito, al massimo, dopo 2-3 anni. «Per fortuna, dopo tanti anni di ritardi, finalmente ci siamo», osserva il segretario regionale della Filt-Cgil, Ilario Simonaggio «Proprio pochi giorni fa l’assessore regionale, Renato Chisso, ci ha comunicato che il primo metrò tra Padova e Mestre partirà a giugno in occasione dell’avvio nazionale dell’orario estivo di Trenitalia». Nell’ambito del progetto Smfr approvato dalla Regione, dopo la realizzazione del primo tratto tra Padova e Venezia-Terraferma, è prevista anche la realizzazione della Mestre-Quarto d’Altino, della Treviso-Conegliano, della Padova-Monselice e della Padova- Vicenza. 

Tartellette di frolla ai ceci con kiwi, avocado e yogurt

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi