Quotidiani locali

Filtri

La Grande Guerra attraverso l'opera incisa di Anselmo Bucci

Facci sapere se andrai
Nell’ambito delle commemorazioni per il centenario della Grande Guerra, la mostra presenta il materiale grafico della trilogia realizzata da Anselmo Bucci (1887-1955) per raccontare il primo conflitto mondiale: Croquis du Front italien, in cui documenta la sua esperienza al fronte in qualità di volontario ciclista; Marina a terra, che descrive le vicende del reggimento Marina e le operazioni di guerra nel territorio del Basso Piave e Venezia; Finis Austriae, che testimonia la disgregazione dell’esercito austrongarico dopo l’armistizio di Villa Giusti. Sono inoltre esposte opere del periodo precedente la prima guerra mondiale, in cui l’artista si afferma a Parigi, dove riceve apprezzamenti da critici del calibro di Apollinaire. Anselmo Bucci nacque il 23 maggio 1887 a Fossombrone, piccolo centro del Montefeltro in provincia di Pesaro. Nel novembre 1906, a soli diciannove anni, assieme agli amici Dudreville e Buggelli, giunse a Parigi. “Avevamo, in tre, cinquant’otto anni, tre valigie, un indirizzo e dodici franchi”, racconta nell'opera autobiografica Pane e luna, uscita postuma nel 1977. Nel 1917 Bucci pubblicò Croquis du Front italien presso l'editore D'Alignan e l'anno successivo Marina a terra con Alfieri e Lacroix. Nel 1919, sempre da quest'ultima azienda, uscirono anche le tavole litografiche di Finis Austriae. Le tre raccolte, appartenenti a una collezione privata padovana, sono tutte esposte nella mostra. Se in Croquis du Front italien possiamo dire che Bucci è ancora in sintonia con lo spirito parigino, nell'album Marina a terra - che è stato definito nel 1919 dal critico Raffaello Giolli "la più ricca edizione italiana sinora uscita per la guerra, qualcosa di davvero monumentale" -, si mostra più riflessivo. In Finis Austriae le illustrazioni che avrebbero dovuto essere un inno alla vittoria si concentrano invece sulla disfatta austriaca con la partenza/ritirata dal porto di Pola. ​9 giugno - 16 settembre 2018 Musei Civici agli Eremitani, piazzza Eremitani 8 Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche tel. 049 8204551
Informazione da: Padova Cultura

Commenti degli utenti

Giorni e orari

Come arrivare

Piazza Eremitani, 8 - Padova