Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Linea verde, è il Cittadella più giovane di sempre

Nella rosa che debutta domenica sei Under 23 e il vivaio ha 29 nuovi arrivi. La Grotteria: «Li prepariamo per Venturato»

CITTADELLA

Più che granata, è una linea verde. Il Cittadella che si appresta a ricominciare il campionato, col debutto fissato per domenica sera al Tombolato contro il Crotone, riparte nel segno dei giovani. La rosa della prima squadra è stata decisamente svecchiata con gli innesti di Rizzo (21 anni), Bussaglia (21), Panico (21), Frare (22), Proia (22) e Maniero (23), ma anche il vivaio, oggi affidato a Cristian La Grotteria, è stato irrobustito ampiamente con l’arrivo di ben 30 giocatori: ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CITTADELLA

Più che granata, è una linea verde. Il Cittadella che si appresta a ricominciare il campionato, col debutto fissato per domenica sera al Tombolato contro il Crotone, riparte nel segno dei giovani. La rosa della prima squadra è stata decisamente svecchiata con gli innesti di Rizzo (21 anni), Bussaglia (21), Panico (21), Frare (22), Proia (22) e Maniero (23), ma anche il vivaio, oggi affidato a Cristian La Grotteria, è stato irrobustito ampiamente con l’arrivo di ben 30 giocatori: se non è un record poco ci manca ed è un’indicazione di come tra le priorità della società ci sia quella di cercare un altro Marco Varnier da lanciare nel calcio che conta.

«Per la verità un altro Varnier ce l’abbiamo sul serio», sorride l’argentino La Grotteria, ex attaccante di Estudiantes, Ancona, Palermo, Padova, Spal e Bassano. «Si tratta di suo fratello Andrea, che come Marco è un difensore centrale, arrivato dalla Vigontina San Paolo. Vedremo se seguirà i suoi passi, ma quello che diciamo sempre ai ragazzi e ai loro genitori è che qui vige un unico criterio, quello della meritocrazia».

In realtà un altro criterio esiste e riguarda la “visione strategica” generale: «Nel settore giovanile il risultato interessa solo sino a un certo punto, il vero obiettivo è far crescere i ragazzi puntando a farli arrivare, un giorno, alla prima squadra, come il diciannovenne Dalla Bernardina, che ora è nella rosa dei “grandi”. Tutte le formazioni adottano lo stesso modulo e, in quest’ottica, abbiamo voluto iniziare la stagione con un incontro tra il tecnico della prima squadra e quelli del vivaio: il collegamento deve essere quanto più stretto possibile. Il segreto del Cittadella è proprio la filosofia del lavoro che Marchetti e Venturato sono bravissimi a trasmettere. E poi il fatto che i piccoli si allenino nel campo accanto a Iori e compagni conta eccome: dovreste vedere con che occhi li guardano quando passano davanti a loro». Proprio Iori & C. saranno i primi a cominciare il campionato. «Il Crotone è sceso dalla Serie A e ha tenuto giocatori importanti per questa categoria, ma se il Citta sarà quello di Empoli potrà sicuramente dire la sua».

Ma chi sono i 29 nuovi arrivati? Eccoli. 2000: Addolori (svincolato), Baratto (dal Montebelluna), Bozzato (Vigontina), Fiorese (Atalanta), Luchini (Brasile), Marini (Montebelluna), McCutchen (Usa); 2001: Bariol (Team Biancorossi), Bertoncello (Union Campo San Martino), Costagliola (Monteruscello), Cuomo (Venezia), Farinon (svincolato), Pezzuti (svincolato), Zanella (svincolato); 2002: Borgo (svincolato), Esposito (Montorio), Maronilli (Montebelluna), Melaca (Castelnuovo), Pontin (Giorgione), Tomasi (Montebelluna), Varnier (Vigontina), Zambon (svincolato); 2003: Chiarello (Bissarese), Santi (Abano Terme), Giovanni e Luigi Zarpellon (Rosà), Zen (Union Campo San Martino); 2004: Franzolin (Abano Terme), Mordegan (Sovizzo), Speggiorin (Cerealdocks). —