Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Abano rivoluzionato lancia i giovani di casa Il mix con otto veterani per trovare il gioco

Il tecnico Lucchini non fa voli «Dire che lotteremo per i vertici mi pare un vero azzardo» Tra i favoriti per la promozione Caldiero, Vigasio e Montecchio 

ABANO TERME

È un Abano rivoluzionato quello pronto a ripartire domenica prossima con l’avvio della Coppa Italia.

La retrocessione in Eccellenza ormai fa parte del passato e la società dello storico presidente Gildo Rizzato è desiderosa di tornare a stupire. Da un paio di settimane la compagine allenata da Massimiliano Lucchini ha iniziato la preparazione segnata da alcuni test amichevoli (spicca il successo per 2-1 sulla Primavera del Cittadella, mercoledì invece trasferta di Cadoneghe).

S ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ABANO TERME

È un Abano rivoluzionato quello pronto a ripartire domenica prossima con l’avvio della Coppa Italia.

La retrocessione in Eccellenza ormai fa parte del passato e la società dello storico presidente Gildo Rizzato è desiderosa di tornare a stupire. Da un paio di settimane la compagine allenata da Massimiliano Lucchini ha iniziato la preparazione segnata da alcuni test amichevoli (spicca il successo per 2-1 sulla Primavera del Cittadella, mercoledì invece trasferta di Cadoneghe).

Segnali positivi per mister Lucchini che deve amalgamare una squadra composta da dodici giovani, provenienti per lo più dal settore giovanile neroverde, e da otto veterani, quasi tutti neo acquisti. Tra le new entry molti ritorni. Primo fra tutti quello del fantasista Morandi, ma anche del centrocampista Selmin e del portiere Murano. Ad Abano sono arrivati anche il centrocampista Bizzaro, l’attaccante italo-brasiliano Anderson, il difensore Laguda e gli attaccanti Minozzi e Mituku.

«Abbiamo stravolto la rosa» ammette il tecnico Lucchini «Tenendo come base i tanti giovani interessanti, scuola Abano, che avevano esordito l’anno scorso in serie D. A questi abbiamo aggiunto otto giocatori esperti che dovranno anche far loro da chioccia».

Squadra nuova, società rinnovata, con il solo presidente Gildo Rizzato rimasto rispetto alla passata stagione. Il ds Roberto Spollon ha dovuto lavorare duro per ricostruire l’ossatura dell’Abano. «Veniamo da una brutta retrocessione, ma si riparte da zero», dice Lucchini. Gli obiettivi del nuovo Abano non sono certamente quelli di “ammazzare” il campionato di Eccellenza. «Puntiamo a fare del nostro meglio, consapevoli che le favorite sono altre. Faccio riferimento per esempio a Caldiero, Vigasio e Montecchio. Il nostro obiettivo è quello di esprimere un buon calcio. Dire che lotteremo certamente per i vertici mi pare azzardato. Puntiamo a salvarci il prima possibile per poi vedere dove possiamo arrivare». —

Federico Franchin