Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L’Este non si piega, il Citta è troppo ingenuo

Finisce 2-2 il test del Nuovo Stadio: prodezza di De Giorgio, Strizzolo e Malcore non ci stanno, Giusti firma il pareggio

ESTE

Altro check up positivo. Il risultato, un 2-2 addirittura strettino per le occasioni create dalle due squadre, è ancora piuttosto agostano: d’altra parte, fra Cittadella ed Este, ci sono ben due categorie di differenza (dalla Serie B alla D) e risulta difficile pensare, pure a bocce ferme, ad una parità sostanziale. Tuttavia, il caldo e la necessità di evitare infortuni last minute, spingono i 22 in campo a non darci troppo dentro, anche se – bisogna dirlo – al Nuovo Stadio va in scena ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ESTE

Altro check up positivo. Il risultato, un 2-2 addirittura strettino per le occasioni create dalle due squadre, è ancora piuttosto agostano: d’altra parte, fra Cittadella ed Este, ci sono ben due categorie di differenza (dalla Serie B alla D) e risulta difficile pensare, pure a bocce ferme, ad una parità sostanziale. Tuttavia, il caldo e la necessità di evitare infortuni last minute, spingono i 22 in campo a non darci troppo dentro, anche se – bisogna dirlo – al Nuovo Stadio va in scena un match piacevole e combattuto, seppure a sprazzi.



Il Cittadella dimostra, sin dai primi minuti, una certa frizzantezza. L’Este si difende alla meno peggio, ma dopo sette minuti i granata sfiorano il vantaggio, complice la deviazione di Salvatore (in anticipo su Strizzolo) che sfiora il palo alla destra di Lorello. A dirla tutta, sponda Este, Debeljuh potrebbe infilare Maniero in men che non si dica ma l’attaccante croato si allunga troppo il pallone. Poco male: i giallorossi firmano l’1-0 al 12’, quando De Giorgio compie una prodezza su punizione, mettendo la sfera all’incrocio. Strizzolo fa lo stesso al 21’, con la complicità della difesa di casa, che lascia entrare con facilità l’attaccante, pronto alla botta vincente. E dopo l’1-1, il “Citta” rincara pure la dose: cross dalla destra di Panico, zuccata di Malcore e Lorello battuto (26’). Le sorprese non sono finite: al 31’, infatti, Giusti viene lanciato dalle retrovie e poi piazza il sinistro che vale il 2-2. Dall’altra parte, gli uomini di mister Roberto Venturato potrebbero anche concretizzare, ma stavolta è il palo a salvare i giallorossi (39’). Ci mette la pezza l’ultimo marcatore, invece, sullo scambio sullo stretto fra Chajari e Giusti, che manda l’ex Vicenza a tu per tu con Maniero (42’).



Nella ripresa il Cittadella ripresenta gli stessi undici della prima frazione mentre l’Este cambia un giocatore per reparto. Succede poco fino al quarto d’ora, quando Panico raccoglie un pallone vagante e calcia al volo da dentro l’area, sfiorando il legno. Gli ospiti vanno vicinissimi al 2-3 alla mezz’ora, quando Malcore colpisce la traversa col destro, ma sulla respinta (carambolata sulla schiena di Vencato), Panico va troppo convinto e spara clamorosamente fuori.



Nel post gara, il tecnico del Cittadella Roberto Venturato fa il punto della situazione: «Abbiamo commesso due gravi errori nel primo tempo», osserva. «Poi è stato bravo De Giorgio a calciare bene la punizione ma resta comunque l’ingenuità, la stessa che ci è costata il secondo gol». «Per il resto», aggiunge Venturato, «Abbiamo tenuto il campo e sbagliato un po’ di gol nella ripresa che, probabilmente, ci avrebbero dato la gratificazione di vincere. È stata comunque un’interpretazione positiva». La pre season, a questo punto, può considerarsi terminata: domenica prossima il Cittadella esordirà in campionato con il Crotone: «Le amichevoli con Este e Tombolo weekend servono appunto per mettere minuti nella gambe a tutti e arrivare a domenica con la testa giusta, oltre alla capacità di interpretare la partita che giocheremo contro una squadra di grande capacità, che viene da due anni di Serie A e che ha mantenuto la stessa intelaiatura».



Il collega dell’Este Nicola Zanini, invece, si gode la prestazione, pur ammettendo qualche lacuna difensiva: «Ci manca uno stopper che arriverà nei prossimi giorni», spiega l’ex Vicenza. «Con una difesa composta da ragazzi, contro giocatori di Serie B, forse abbiamo regalato qualche situazione di troppo. In ogni caso, la squadra ha fatto una bella figura, tenendo bene il campo contro una squadra – lo sottolineo – di B. Sono contento, il lavoro sta andando bene».



Oggi, il Cittadella sarà ospite della Tombolo Vigontina San Paolo al Comunale di Tombolo (inizio alle 18, ingresso 5 euro e gratis per gli under 18). Tra sette giorni, invece, c’è il Crotone.