Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Aduna riparte da Amaducci Gli obiettivi? «Promozione e spazio alla linea giovane»

CASALSERUGO. L’anno scorso era la capofila del volley padovano, unica squadra in Serie B/1. Dopo la sua retrocessione, nella prossima stagione non ci saranno rappresentanti della provincia in quella...

CASALSERUGO. L’anno scorso era la capofila del volley padovano, unica squadra in Serie B/1. Dopo la sua retrocessione, nella prossima stagione non ci saranno rappresentanti della provincia in quella categoria, ma l’Aduna Volley continuerà a essere un riferimento per la pallavolo padovana, ripartendo dalla B/2 nazionale, dove troverà Fratte, Vispa e Volley Eagles. E ripartirà confermando in panchina Lorenzo Amaducci, alla terza stagione consecutiva alla corte del presidente Franco Frizzarin. ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

CASALSERUGO. L’anno scorso era la capofila del volley padovano, unica squadra in Serie B/1. Dopo la sua retrocessione, nella prossima stagione non ci saranno rappresentanti della provincia in quella categoria, ma l’Aduna Volley continuerà a essere un riferimento per la pallavolo padovana, ripartendo dalla B/2 nazionale, dove troverà Fratte, Vispa e Volley Eagles. E ripartirà confermando in panchina Lorenzo Amaducci, alla terza stagione consecutiva alla corte del presidente Franco Frizzarin. Sarà affiancato da due “vice”, Filippo Marchioro (anche in veste di scoutman) e Cristina Martin, già vincitrice del titolo provinciale under 18 con l’Aduna. Amaducci manterrà inoltre il ruolo di responsabile tecnico del settore giovanile e dell’Under 18/Serie C.

un gesto di fiducia. «Sono grato alla società per avermi confermato dopo una stagione difficile come quella appena passata», dichiara il tecnico «da parte di tutti noi, e in me per primo, c’è una gran voglia di riscatto. Stiamo lavorando con la massima attenzione sul mercato, lo stesso vale per il settore giovanile, su cui puntiamo moltissimo». Dal canto suo, Frizzarin è chiaro: «Abbiamo riconfermato Amaducci perché siamo convinti che abbia la giusta motivazione per cancellare i risultati deludenti della scorsa stagione. Gli obiettivi sono chiari: puntiamo alle posizioni di testa, dalla zona playoff in su e vogliamo riuscire a fare crescere le nostre giovani».

mattiazzo suona la carica. Altra conferma preziosa è quella di capitan Francesca Mattiazzo, opposto classe’87, alla quarta stagione a Casalserugo: «Sono rimasta in primis per l’ambiente meraviglioso, capace di restare vicino alle atlete anche nei momenti più difficili. Il secondo aspetto che mi ha convinto sono gli obiettivi: ben poche realtà della zona hanno prospettive così ambiziose e, essendo io una persona molto competitiva, sono stata conquistata dal progetto di rilancio».

D.Z. .