Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Miori davanti a tutti Rampazzo fa il bis

Ma c’è il caso: percorso sbarrato, caos per gli atleti in testa

PADOVA. Luca Miori e Silvia Rampazzo hanno vinto ieri, per distacco, la 34/a edizione della Traversata dei Colli Euganei. La regina del trail di 42 chilometri con un dislivello di 2.000 metri sul tracciato dell’Alta Via n. 1, organizzata dall’associazione Giovane Montagna di Padova. Lo specialista del Team Noene Italia ha chiuso la gara con il tempo di 3h44’19” davanti a Francesco Gentilucci staccato di oltre 17’. Terzo il vicentino Fabio De Boni a 21’51”. La veneziana della società Tornado ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PADOVA. Luca Miori e Silvia Rampazzo hanno vinto ieri, per distacco, la 34/a edizione della Traversata dei Colli Euganei. La regina del trail di 42 chilometri con un dislivello di 2.000 metri sul tracciato dell’Alta Via n. 1, organizzata dall’associazione Giovane Montagna di Padova. Lo specialista del Team Noene Italia ha chiuso la gara con il tempo di 3h44’19” davanti a Francesco Gentilucci staccato di oltre 17’. Terzo il vicentino Fabio De Boni a 21’51”. La veneziana della società Tornado Silvia Rampazzo ha bissato il successo del 2017 realizzando l’ottimo tempo di 3h52’00”. Seconda a 28’ Federica Boifava (Spirito Trail) e terza Michela Dalla Muta dello Sky Explorer a 59’. Più contenuti i distacchi sulla 21 km dove si è imposto l’atleta del gruppo Podisti Monselicensi Kladi Jaupa in 1h53’14”. Alle sue spalle ha tagliato il traguardo Andrea Maino in 1h54’06”. Terzo Simone Vigolo a 1’34”. In campo femminile Daniela Rota (2h05’45”) ha vinto davanti all’atleta di casa Giovanna Ricotta (Tornado). Ottima terza Lucia Forte del gruppo United Trail & Running di Tencarola. Oltre 700 gli specialisti del trail che si sono misurati sulle rampe dei due tracciati di 42 e 21 km. 250, invece, i ragazzi al via sui due percorsi dello Junior Trail e del Mini Trail. Sul sentiero dell’Alta Via, all’altezza delle roccette del Pirio, qualcuno di buon mattino si è divertito a sbarrare il percorso della gara con del nastro bianco-rosso. Una trovata di poco gusto che ha creato confusione agli atleti di testa che per un breve tratto sono usciti dal percorso. Il pronto intervento degli organizzatori ha fatto in modo che solo quattro runner venissero coinvolti da quello che è stato definito “un deplorevole atto di vandalismo”.

In 2 mila tra i sentieri del Monte Grande. Partiti dalla Piazza della Memoria, in centro a Fossona, i circa duemila partecipanti (1.150 i singoli) alla 44/a edizione della Marcia del Donatore di Sangue che ieri mattina con i tre percorsi di km 7, 14 e 19 si sono immersi tra i boschi delle Frassanelle fino a raggiungere villa Montesi e lungo il sentiero di San Giorgio in costa al monte Grande. Un tuffo nella natura quello proposto dagli organizzatori della Fidas sezione comunale di Cervarese Santa Croce. Alla marcia hanno aderito 44 gruppi con il Podisti Monselicensi a farla da padrone nella classifica per numero di iscritti. Presenti anche alcune scolaresche del territorio. La più numerosa è risultata la primaria Papa Luciani di Fossona con 179 iscritti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA