Quotidiani locali

Juventus e Roma agli ottavi con il minimo sforzo

Cuadrado-Bernardeschi, 2-0 in casa Olympiacos Perotti (1-0) regola il Qarabag, giallorossi primi

ROMA. Roma e Juventus passano il turno e si qualificano agli ottavi di finale della Champions League. I giallorossi hanno battuto all’Olimpico gli azeri del Qarabag con un gol di Diego Perotti all’8’ del secondo tempo. Vittoria in trasferta per i bianconeri: ad Atene gli uomini di Massimiliano Allegri hanno sconfitto l’Olympiacos per 2-0. Le reti sono state realizzate da Juan Cuadrado al 15’ del primo tempo e da Federico Bernardeschi al 90’. Gli altri risultati della serata: Barcellona-Sporting Lisbona 2-0, Bayern Monaco-Paris Saint Germain 3-1, Benfica-Basilea 0-2, Celtic-Anderlecht 0-1, Chelsea-Atletico Madrid 1-1, Manchester United-Cska Mosca 2-1. Le otto qualificate di ieri sera sono dunque: ManUnited e Basilea per il gruppo A; Psg e Bayern per il gruppo B; Roma e Chelsea per il gruppo C; Barcellona e Juve per il gruppo D. In Europa League approdano le terze: Cska, Celtic, Atletico e Sporting. Fuori da tutto le quarte: Benfica, Anderlecht, Qarabag e Olympiacos.

I greci hanno schierato l’ex romanista Tachtsidis (malissimo) a centrocampo. Dopo il prologo di un agguato degli ultras di casa ai tifosi della Juve, con qualche tifoso ferito, un dominio quasi continuo e pressochè incontrastato dei bianconeri che hanno avuto una flessione solo in finale di primo tempo, rischiando di rovinare quanto di buono avevano fatto in precedenza. La squadra di Allegri ha commesso il grande errore di non chiudere la partita, subito dopo aver segnato il gol con Cuadrado al 16’: Matuidi a Alex Sandro sulla sinistra, cross dal fondo e Cuardado -solissimo a tre metri dalla linea- ha spinto la palla nella porta vuota. Nella ripresa in mischia Nabohuane ha colpito il palo di testa. Bernardeschi ha sostituito Cuadrado prima del fischio finale. E i patemi della Juve sono finiti quando lo stesso Bernardeschi ha segnato un gran gol proprio al 90’.

Allo stadio Olimpico, dopo un primo tempo giocato sottotono, i giallorossi prendono in mano il match e vincono 1-0 grazie al gol segnato da Diego Perotti a inizio ripresa. Una festa meritata per la squadra di Eusebio Di Francesco, protagonista di un’impresa difficile da immaginare in estate: al momento del sorteggio Chelsea e Atletico Madrid sembravano fuori portata, invece l’1-1 allo Stamford Bridge promuove la Roma da prima del suo girone.

Il pareggio del Chelsea al 75’ appare sul maxi schermo e libera dalla paura i tifosi giallorossi, allontanando lo spauracchio di un sorpasso beffa da parte dell’Atletico Madrid in caso di un gol del Qarabag e rendendo meno “tragica” la prima vera occasione degli azeri, sprecata all’83’ da Dani Quintana con un colpo di testa debole e centrale. Nei minuti finali la Roma potrebbe anche raddoppiare
con Kolarov e soprattutto Dzeko, incapace di concludere in modo preciso un contropiede avviato dal nuovo entrato Gerson. Ma in fondo a Di Francesco può bastare così: la Roma vola agli ottavi. Come la Juve. Ed è una bella serata per il calcio italiano dopo tante delusioni.



TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista