Quotidiani locali

Bettella, un altro strepitoso oro

Ai Mondiali di nuoto paralimpico in Messico il trionfo del plurimedagliato ingegnere padovano. Un bronzo per Fantin

CITTÀ DEL MESSICO (Messico). Campione del mondo nei 50 metri dorso: il padovano Francesco Bettella centra un’altra vittoria e aggiunge la medaglia del metallo più prezioso al suo già ricchissimo palmarès. La gara si è svolta quando in Italia cambiava il giorno, fra lunedì e ieri, durante i Campionati del mondo di nuoto paralimpico in corso a Mexico City.

«Sono molto contento di questa vittoria», il suo commento, «Fino a qualche mese fa non me lo sarei proprio aspettato. È vero, non ci sono alcuni dei miei avversari più forti perché la partecipazione di alcune nazioni è stata condizionata dal terremoto di un paio di mesi fa. Però è anche vero che io sono qui e me la sono giocata».

«La gara», prosegue Bettella, «è andata bene, meglio del previsto perché ho nuotato un tempo molto vicino a quello di Rio. Il fatto è che l’altura, qui siamo a 2.300 metri, sta dando problemi a tutti e si vede dai tempi. Solo due record del mondo finora, pochissimi rispetto al solito. E tanti tempi alti rispetto ai personali. Noi della Nazionale italiana siamo qui da più di dieci giorni: in genere si fa altura come preparazione delle gare al livello del mare, ma questa volta abbiamo fatto il contrario e c’è bisogno di un po’ di adattamento. Inoltre la mancanza di ossigeno si fa sentire».

E aggiunge: «Questa è stata una stagione davvero molto lunga: sarebbe dovuta terminare un paio di mesi fa, ma il terremoto che ha colpito il Messico ha imposto di posticipare queste gare. Quando tornerò a casa mi prenderò una bella pausa: non saranno vacanze perché tornerò a lavorare, ma uno stop dalla piscina, quello sì».

Intanto però non è ancora arrivato il momento di abbassare l’attenzione perché c’è ancora una gara da fare: «Ho in programma i 100 metri dorso, proprio giovedì, l’ultimo giorno di gare. Poi dovremo fare presto per prendere l’aereo, si torna a casa. Non ci sarà neppure il tempo per assaggiare la cucina messicana, perché finiremo le gare e andremo diretti in aeroporto...».

Nella pioggia di medaglie e record per gli azzurri nel terzo giorno dei Mondiali (Italia seconda nel
medagliere dietro la Cina), a parte il trionfo dell’ingegner Bettella, si segnala la medaglia di bronzo conquistata da Antonio Fantin, il veneziano di Bibione in forza all’Aspea Padova, nei 100 sl classe S6. Fantin domenica aveva già vinto la medaglia d’oro nei 400 sl sempre classe S6.

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista