Quotidiani locali

dilettanti ECCELLENZA. BIANCAZZURRI PROMOSSI 

Il Pozzonovo è in semifinale di Coppa

Battuto il Giorgione con un guizzo di Marian. Rigore negato ai castellani

POZZONOVO. Passa il Pozzonovo. E tanti cari saluti al Giorgione, tosto e veloce nelle ripartenze ma non abbastanza intraprendente da guadagnarsi un posticino nella top four della Coppa Italia di Eccellenza. Decide la rete di Giulio Marian, talento 19enne, spesso superlativo nelle giocate. La squadra di Massimiliano Sabbadin stacca così il biglietto per la semifinale del trofeo di categoria con una prestazione guardinga, certo, ma anche garibaldina.

A dirla tutta, il match inizia subito con un gran ritmo, anche se le due compagini faticano a pungere negli ultimi 20 metri. Il Pozzonovo, però, sembra essere più incisivo: come al 14’, quando il baby Marian si libera di tre uomini (o meglio, resiste a tre randellate ben assestate) prima di scaricare il sinistro, deviato in angolo da Cont Zanotti. Al 22’, invece, l’arbitro nega un rigore - piuttosto netto - all’attaccante castellano Podvorika, steso in area poco prima dell’infilata decisiva. I padroni di casa non si scompongono, anche se il Giorgione fa male spesso e volentieri con il solito Podvorika. Il “Pozzo”, dal canto suo, ha una buona occasione con Durante, lanciato alla grande da Rizzzieri, ma stavolta la retroguardia del Giorgione si salva. Gli uomini di Antonio Paganin si affidano al guizzo di Tommasi, che, a ridosso del 45’, tenta la botta da fuori. Dall’altra parte, invece, Marian fa addirittura il fenomeno e porta in vantaggio i biancazzurri, bevendosi due uomini prima di battere Cont Zanotti (46’).

Nella ripresa le squadre si sfidano a suon di capovolgimenti di fronte. Tuttavia, si vedono poche finalizzazioni almeno fino al 17’, quando il neoentrato Zuin prova il diagonale senza troppa fortuna. Sponda Giorgione, Paganin si gioca la carta Rej Volpato ma è il Pozzonovo a sfiorare il 2-0 con Zuin, tanto bravo a cercare il palo lontano quanto sfortunato
nella traiettoria. Nel finale il Giorgione si fa vedere con più insistenza, anche se la difesa di casa resiste alle intemperanze di Podvorica e colleghi, vicini al pareggio nel recupero con la punizione di Baggio, smanacciata in angolo da Pavanello.

Francesco Vigato

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista