Quotidiani locali

Luparense spara 4 gol, avanti tutta

Partita al cardiopalma con un rigore dubbio. La Solesinese reagisce e si difende ma alla fine è costretta a soccombere

SAN MARTINO DI LUPARI. Importante vittoria della Luparense contro la Solesinese al termine di una sfida vibrante e ricca di emozioni. Non smentisce le attese l’incontro che si preannunciava alla vigilia come "partita di cartello" del girone. Pronti via ed ecco le prime emozioni: al 10'p.t. un inserimento offensivo di Garavello porta a sorpresa in vantaggio gli ospiti. La Solesinese affronta la sfida senza paure, cercando di difendersi con ordine per poi far male con le armi a disposizione. Al 25' p.t. si scuotono i padroni di casa trovando il pari con Stefani. Dopo il pareggio, la manovra dei "Lupi" si fa più fluida e sul finire del primo tempo Gusella trovo il guizzo che vale il vantaggio. A inizio ripresa la Solesinese aggredisce più alto, ritrovando la brillantezza un po’ smarrita. Al 10' s.t. arriva il pareggio che vede Iorio in pressione offensiva sull'estremo difensore Marcato approfittare di un errore di quest'ultimo, intercettandone il passaggio e offrendo a Vetrano il più facile dei tap-in per il due a due. La partita subisce un'altra accelerata. In pochi minuti Mason coglie la traversa per la Luparense e Iorio spreca a tu per tu con il portiere la palla del possibile nuovo sorpasso ospite. Al 15' s.t. viene punito un intervento di Rossetto nella propria area: calcio di rigore. Sull'assegnazione del rigore resta qualche dubbio. Mason non si fa distrarre dalle polemiche arbitrali e dagli undici metri spiazza Cazzoli per il tre a due. Alla mezz'ora arriva anche il gol di Brotto da pochi passi che chiude definitivamente la partita. Per la Luparense una vittoria importante, ottenuta contro un ostico rivale; per la Solesinese l'onore delle armi e il rammarico per un'occasione mancata.

I gol. Il vantaggio è a opera di Garavello che scaraventa in rete dopo un bell'inserimento offensivo. Pareggia poi Stefani che aggira il portiere insaccando da posizione defilata. Il vantaggio dei Lupi arriva grazie a una zampata di Gusella. Il gol di Vetrano è figlio di una grave leggerezza di Marcato: si fa rubare il pallone da Iorio che appoggia al compagno pronto a mettere dentro a porta vuota. Il rigore di Mason vede il numero dieci spiazzare Cazzoli; infine il quattro a due di Brotto è una girata dell'attaccante su invito di Mason.

Promossi. Mason: ispira la maggior parte delle trame offensive e realizza il penalty che indirizza la partita. Iorio: si mangia il possibile 2-3, errore pesante sull'economia della partita; ma di trentottenni così in giro ce ne sono pochi. Propizia il 2-2. Ansah: sgomma sulla destra che è un piacere. Attacca e difende con massima disinvoltura. Classe 1999 da tenere d'occhio.

Bocciati. Marcato: il pasticcio che regala il 2-2 alla Solesinese, rischiando di compromettere la vittoria, è cosa sua.

Hanno detto. Il tecnico di casa Parteli analizza cosi la vittoria dei suoi
al fischio finale: «Vittoria importantissima perché oggi non eravamo in gran giornata. Abbiamo tenuto ritmi alti nel primo tempo; complimenti ai ragazzi perché sono riusciti a portarla casa. Nel bene e nel male dipende da noi. Complimenti agli avversari che sono stati sempre in partita».

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista