Quotidiani locali

Campodarsego ed Este per i tre punti casalinghi

Calcio Serie D. Ricevono Virtus Verona e Cjarlins Muzane, mentre l’Abano cerca gloria a Mantova

PADOVA. Campodarsego, Este e Abano hanno bisogno di vincere. Per motivi diversi, visto che da una parte i biancorossi si trovano a rincorrere (sulla breve distanza) le altre big, mentre giallorossi e aponensi devono rialzarsi dal fondo classifica. Serviranno proprio a questo i match odierni (inizio alle 15) contro Virtus Vecomp, Cjarlins Muzane (entrambe in casa) e Mantova (in trasferta).

CAMPODARSEGO. Una premessa è d’obbligo: il “Campo” c’è ed è ancora estremamente vicino alla vetta. Le compagini (guarda caso tutte corazzate) che stasera potrebbero trovarsi da sole al comando sono ben sei (Arzignano, Adriese, Belluno, Virtus, Delta e Campodarsego). Ma, stavolta, gli uomini di Gianfranco Fonti giocano la parte degli inseguitori dell’Arzignano Valchiampo di Vincenzo Italiano, primo a quota 10, con un vantaggio minimo di due lunghezze. L’avversario di giornata, la Virtus Vecomp, che del gruppone delle "grandi" è la vera mina vagante, di sicuro non arriverà allo stadio Gabbiano (arbitro Mario Perri di Roma 1) con l’intenzione di portare a casa un punticino. Pareggio di cui non hanno bisogno nemmeno capitan Aliù e colleghi, già fermati sul risultato neutro da Clodiense e Montebelluna, passi falsi, se così si può chiamarli, costati il titolo di capolista. Mercoledì prossimo il "Campo" sarà impegnato contro l’Adriese nei trentaduesimi di finale di Coppa Italia. È possibile, dunque, qualche cambio in formazione per gestire al meglio la gara infrasettimanale. Formazione Campodarsego (3-5-2): Cazzaro; D. Beccaro, Leonarduzzi, Colman Castro; Ndoj, Trento, Marcolini, Sanavia, Radrezza; Aliù,Pietribiasi. All. Fonti.

ESTE. Contro il Cjarlins Muzane per rimettersi in carreggiata. Al Nuovo Stadio i giallorossi se la vedranno con una compagine particolarmente agguerrita, piena di ottime individualità (fra tutte il bomber ed ex di turno Filippo Fabbro) e che fa dell’organizzazione il suo punto di forza (arbitro Francesco Croce di Novara). L’Este, che ha perso tre delle prime quattro partite, non ha certo iniziato il campionato nel migliore dei modi, ma ha tutte le carte in regola per rosicchiare punti ai friulani, che ne hanno due in più. Ecco perché la società ha deciso di tesserare altri due giocatori: il difensore Fabio Niero e il centrocampista Massimiliano Tresoldi, già disponibili per la sfida odierna. Gli atestini torneranno poi in campo mercoledì per la partita di Coppa Italia contro il Belluno. Formazione Este (4-2-3-1): Lorello; Gilli, Munaretto, Ferrando, Pizzolato; Viviani, Serafin; Faggin, Rondon, Boron; Florian. All. Florindo.

ABANO. Il penultimo posto non rende onore all’Abano. Gli aponensi, abituati a ben altre situazioni di classifica dopo il ritorno in Serie D, si giocheranno il jolly contro l’incognita Mantova, la classica nobile decaduta che, dopo un periodo caratterizzato da malumori e vicissitudini societarie, ha centrato la prima vittoria stagionale nella trasferta di Belluno. Al “Martelli” (arbitro Valerio Gioviani di Termoli) gli uomini di Franco Gabrieli dovranno puntare sull’entusiasmo
giovanile e sull’esperienza dei vari Carteri e Franceschini per dare un senso al nuovo corso. Formazione Abano (4-3-3): Belogravic; Lacerti, Zanon, Di Bari, Favero; Tescaro, Carteri, Faggin; Rampin, Franceschini, Cecconello. All. Gabrieli.

Francesco Vigato

TrovaRistorante

a Padova Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista